25 dicembre 2007

Salta la coda

Mattina di Natale...Natale



Ho messo la sveglia perchè ho un pò di cose da fare... ha suonato per un'oretta circa con la radio, si intende, io il bip bip lo odio. Il primo impulso vitale del mio cervello è stato, chissà se trovo qualcosa sotto l'albero, qualcosa di nuovo che non ho messo io...Ovviamente ho ripreso conoscenza del luogo in cui mi trovavo,di tutte le cose del modo, e delle missioni giornaliere il cui esito sarà gestito dagli astri, dalla provvidenza o che ne so... mi alzo, passo a trovare il bagno,e poi disfo il letto,apro la finestra vado a ritirare i panni asciutti, preparo i regali da portare a pranzo da mia madre e porcodiquelgiuda gli astri maledetti, il natale che mi piace talmente tanto che mi sta davvero facendo incazzare..Ho rotto la bottiglia di liquore al cioccolato preparata per mia mamma!



Ecco Natale iniziato in lacrime a raccoglire il liquido cioccolatoso dal pavimento sotto l'albero. Fortuna che non mi è venuta la voglia punk di lanciare contro il muro tutte le palline di vetro dell'albero e lanciare il resto dalla finestra...Però ci sta: Mavvaffanculova!



Speriamo che tutto torni in carreggiata per questa sera, ho del pesce da preparare. Che mi è costato una fatica infinita di attesa per 2 code con 15 persone davanti ogni volta, al banco pescheria il giorno della vigilia. Si, 2 volte ho fatto la coda, non per demenza, che sarebbe anche plausibile, ma perchè quest'anno va di moda il "salta la coda",ovvero, rubare la roba da mangiare dai cestelli altrui...



Quando ero al banco gastronomia, stavo pensando: con 50 numeri davati adesso dico:" io io!!!" quando qualcuno saltava il turno...Tanto il bigliettino non te lo guarda nessuno, ero il n°9 e quando ha detto "71!!!!! 71?????", l'angoscia da attesa mi ha tentata parecchio, io non avevo più niente da prendere in giro per il supermercato! ma ho desistito...



Arrivo alla cassa e il pesce non c'è più!!! Ma a Natale non si doveva essere più buoni!!! E' vero che non l'avevo ancora pagato, ma è pur sempre pesce "furbato"!Fortuna che mi è venuto da ridere...



Vabbè io Babbo Natale lo aspetto per questa sera... speriamo bene! SBRIGATIIIII!!!!!!!!!

21 dicembre 2007

scosse di assestamento

Babbo_natale_2 HO FIRMATO... ho ufficialmente il cosiddetto "posto fisso"... alleluja alleluja! dall'anno prossimo si cambia lavoro e si cambia vita, persone nuove, tanti colleghi,nuova esperienza...E poi vacanze di natale allungate fino all'epifania, tranquilla e beata della presenza di Francesco, i regali li ho fatti tutti...devo solo attrezzarmi per la sera di Natale a cena.Sono proprio contenta, in generale sono contenta!



Eppure stasera mi sale il mal di testa, Miglio non mi da risposte per la serata, vorrei tanto essere ad una cena con le amiche e il moroso a Firenze, invece mi tocca stare qui col moment per la testa e un filmaccio natalizio... magari mi porto avanti con le pulizie se mi ripiglio... Che vitaccia da Cinderella! A 24 anni, ma si può?!e stasera c'è anche Giuliano Palma che suona in zona, me ne ero dimenticata!



Mi consolerò con le cartellate al vino cotto preparate ieri sera con mia mamma...



Non vedo l'ora che arrivi Natale...



Intanto faccio gli auguri a tutti quelliche vanno via e anche a chi resta e come me avrà poco tempo per scrivere...



Mille Auguri e baciotti al vin cotto



ari

19 dicembre 2007

Choccoari liquorish

Giornata produttiva e con soddisfazione... Mi piace cucinare, assaggiare, entro in una dimensione tutta mia, sembro seria e incupita ma in realtà sono concentrata in ciò che faccio e che si trasforma sotto i miei occhi. Il profumo del cioccolato che si spande per la casa. Non immaginavo si sarebbero mai mescolati assieme 700gr di zucchero in un litro di latte. In chimica la immaginavo come una miscela eterogenea sovrassatura. Invece no, in cucina non funziona così, e lo zucchero con latte e cacao diventano uno sciroppo denso e vellutato, cremoso e buonissimo...Poi un pò di alcool, un bel pò, di alcol e il gioco è fatto!



Il divertimento è stato preparare e riadattare le bottigliette e i tappi... Altro che Art Attack! Fatto?Brrrava!



Poi in serata è salita la malinconia per i prossimi giorni belli, perchè non smentisco che il Natale mi piace, ma non come vorrei io.



Rimpiango i Natali da bambina, la sveglia impaziente e la corsa all'albero di Natale per i regali. Mi piacerebbe che adesso, qualcuno di nascosto mi infilasse i regali sotto l'albero la notte della vigilia, mentre dormo. Poi la mattina mi sveglio e trovo tutti i pacchetti lì, e qualcuno con cui scartarli.  E poi c'erano i mega pranzi dalla Nonna con tutto il parentado...Anche la nonna mi manca. Sapeva in qualche modo radunare la famiglia...Mi piace pensare che sia stata una famiglia matriarcale, mi fa pensare che magari anch'io quando sarò nonna potrò organizzare mega pranzi e cene per figli e nipoti.... e poi faro vedere le mie foto di quando ero giovane alle nipotine (ho già richiesto al mio fotografo di fiducia, grandioso fotografo, mio fotografo del cuore; di darsi da fare a farmi degli scatti decenti, magari anche "artistici"...mi avvicino al quarto di secolo, poi sfiorico!!! Che gli fò vedere alle nipotine?!) e racconterò loro le storie dei miei morosini, e di come mi sono innamorata del loro nonno, di come erano da bambini i loro gTrottolaenitori...Cose da nonna insomma.



Ma che film mentali mi faccio?!?Io che mi vedo già nonna, non riesco a immaginarmi mamma, chissà perchè nonna invece si.



Sono stanca adesso, vado a nanna...



Buona notte "artistica" a tutti.

18 dicembre 2007

ooooh yessss!

Zitta zitta,distesa sul tappeto e illumnata dalle lucine dell'albero di Natale, a pancia in giù col crapino sorretto dalle braccia...mi tuffo nell'atmosfera natalizia che voglio respirare,assorbire, ricordare... Mi piace il Natale, non mi frega se è troppo commercializzato, se fa schifo a tanti per lo shopping sfrenato e disperato, per il regalo costoso a tutti i costi, per l'ipocrisia del siamo tutti più buoni... (Brava non buona, ma brava)                   uff!Proprio non mi frega!



Babbo Natale non esiste, me l'han detto qualche anno fa, ma è il pensiero che si nasconde dietro un gesto, in un bigliettino, dietro ad un dono fatto; è lì Babbo Natale, nel desiderio di rendere felici attraverso qualcosa di tangibile, delle voltBabbo20e20rennee fa bene allo spirito anche ciò che si può toccare, quel qualcosa che è stato preso, preparato e impacchettato proprio per te. Quel cercare di ritrovarsi tutti, di avvicinarsi. Un regalo non da tutti i giorni, che tanto poi non si fanno quasi mai. C'è un profumo più intenso nel Natale che intendo io, quello di quest'anno che è fatto solo perchè e per chi lo sento. E' nel calore che ci metto io quando mi avvicino per sentire altrettanto calore... lo racchiudo nel profumo del liquore al cioccolato che farò domani, negli abbracci agli amici, nel vin brulè preso sul lungolago, nei baci morbidi, nelle voci dei miei gentori... Insomma io faccio in modo che sia Natale qui in uno dei pacchi sotto l'alberello addobbato...



Chiudo gli occhi stasera e sorrido... Non possiedo nulla, eppure ho quelle piccole ricchezze che finalmente mi sento in grado di apprezzare.

13 dicembre 2007

quasi quasi…

Salvador_dalipaysage_aux_papillonsSi tirano le somme, si cambiano le prenotazioni, si anticipa, si ritarda, si parte, si ritorna...Da lunedì ci sarà un breve periodo festivo transitorio per poi ricominciare da capo un nuovo percorso, anno nuovo vita nuova, giusto?!
Porto via le mie cose dalla scrivania, poche a dire il vero, la tazza per il thè, la tazza portapenne... la stampa di Dalì la lascio. Non l'ho mai sentito mio questo posto e non ho mai voluto personalizzarlo troppo, mai modificato neppure lo sfondo del desktop. Questo candore ospedaliero:scrivania, pareti, tenda, mi ha sempre lasciato sensazioni asettiche. Vado via volentieri, anche se non so di preciso cosa mi aspetta, la piccola realtà lavorativo che lascio, non mi mancherà; forse perchè so dove andrò, so in quale mondo entrerò, e mi piace, mi è sempre piaciuto.
Ancora poche ore...

11 dicembre 2007

nO nO, non sono incavolata…

Linguaccia_2 Rifletto con calma su questo blog che scrivo e curo come una creaturina mia, e su quanta gente (neanche poi tantissima), amici, conoscenti, dal proprio ufficio, da casa, da chissà dove, legge e ne ride, oppure si annoia cambia pagina dopo poche righe... c'è chi invece ricorda, si arrabbia, riflette tra se e se. Non scrivo mai nulla di cui dovermi vergognare, nulla di scandaloso o troppo risevato, spesso non sono neanche così esplicita... Le riflessioni, gli sfoghi, le cazzate che mi passano per la testa e che compaiono tra queste righe sono quelle che so di poter rendere pubbliche, più o meno. Cose che in genere riguardano me.
Ora però mi domando, ma che gusto si prova, invece, a metterci dentro le proprie manine? La voglia di interferire ed andare a riferire cose che non ti riguardano, magari non mi vedi da anni quindi non mi conosci affatto, e vai a raccontare cose che forse potrebbero far piacere (ci includo la buona fede), forse, ma forse NO!?! Cose che non è detto che sortiscano un effetto positivo,questa volta si, ma magari no! Sarebbe bene, in futuro, riflettere prima di agire... e magari farsi anche uno scodellino di cazzi propri non guasterebbe. Si campa cent'anni! dicono.
Non è chi si impiccia che mi infastidisce, sono impicciona io, figuriamoci! con gli amici, con chi mi sta a cuore, con chi conosco bene. Ma è l'intromettersi senza neppure avermi mai parlato, cercare di mettere lo zampino nella vita di sconosciuti senza nessun motivo particolare (voglio sperare). CASUALE?!? Si certo, come no?!
Qualcun'altro direbbe: "ma allora se non vuoi che si sappia non scrivere su internet". Io non ho mai detto che non voglio che si sappia ciò che pubblico, ma che chi legge eviti se è possibile, di interferire con la mia vita.
grazieeeeeeee!

10 dicembre 2007

quel ramo…del mio (nostro) albero di Natale

Torna il silenzio in casa... del resto e quasi l'una di notte. L'alberello è acceso, inaspettatamente ho trovato un mini presepino mignon in quel di Como, per fargli compagnia. L'angioletto e Bambin Gesù sembrano dei moicani, Maria sembra che sia peruviana...Vabbè un presepe originale ma bellissimo, e poi per beneficenza ci stà!



Eh, gia! sabato pomeriggio passato in quel di Como con Francesco e poi in serata all'Università della Birra, dalle mie parti, con La Principessa e il Principe...chi l'avrebbe mai detto! Eh, Ika!? io si! e pensa, già un anno fa... Ma è andata decisamente meglio di come immaginassi allora, a distanza di un anno i cambiamenti sono stati e saranno sempre più positivi. Me lo sento e lo avverto... Bella serata comunque, s'è riso tanto e bevuto un pò... mancavano le nostre due streghine adorate, ma di sicuro ci si rifarà, spero...



Soddisfatta, serena...poco altro da dire se non che la prospettiva di queste festività in arrivo mi sorride, per l'anno nuovo ancora presto per fare previsioni, ma mi aspetto grandi e piccole cose.



besitos



314569010_42a0b54645

7 dicembre 2007

Un segreto nel cassetto

Venerdìììììììì!!!!!
Mi sveglio bene, un pò accaldata, un pò infreddolita...parecchio sonno, la stanchezza di ieri non è stata smaltita bene. Ultime sistemazioni concluse con la stiratura fino a tardi in compagnia di Benigni (devo ricordarmi di farmi portare a Santa Croce). Mi sveglio contenta perchè ho una comunicazione lì nel cassetto da fare, e aspetto a consegnarla, me la gusto ancora un pò. Come quando prepari i regali per Natale, é un segreto!!! Ecco la comunicazione che ho da fare è quasi un regalo di Natale, UN BEL PACCO, per meglio dire, ma forse più per me che per chi lo riceverà...eheheheheheheh!



IO lo soo! IO lo soo!pappappero!



E' una rivincita, un touch down, un gol, una botta di culo pazzesca(direbbe qualcuno), una cartolina dei Rollig Stones del '78 con autografo originale, è un colpo grosso, una certezza, la gioia di mamma e papà e di tutto il parentado, intanto, tocchiamo ferro! Anzi, chiedo ad una Campana doc, (senCornoza far nomi) come regalo di Natale un bel cornino tascabile che non si sa mai. Dicono che si deve regalare, se no non funziona...
E poi, e poi....stasera sono in compagnia, stasera la aspetto con trepidazione, perchè ho un monte di gioia da condividere, perchè ho un albero da montare e decorare, le lucine da accendere, dei baci da dare, le patate novelle da fare al forno (che non mi verranno mai buone come quelle del babbo!!!il trucco deve essere nella teglia mi sa!). Non vedo l'ora di uscire da questo gelido ufficio! Vado a bere qualcosa di caldo e aspetto che passi...



PS: googleando, senza farlo apposta, il corno mi viene fuori dal blog di?....

6 dicembre 2007

Pronti….luci…via…

Ieri le luminarie erano accese proprio ovunque. Tra l'altro nel mio paese quest'anno sono proprio belline, tutte uguali, senza rattoppi di luci colorate, laddove se ne fulminava una gialla ad esempio, ne piantavano una verde.



Anche la casa del Fungo ha acceso i suoi 2 milioni di watt di Luminarie,(disporranno di un generatore apposta secondo me). Questo negozietto di funghi sulla provinciale che, Natale non è Natale senza le sue mille mila lucine colorate che riempiono qualunque cosa: ha forato anche i cartelloni esteni a forma di fungo e li ha imbottiti di luci. la porta, le finestrelle, i vasi... tonnellate di fili luminosi. Dovrei fare una foto per rendere l'idea. In questo tripudio di luci ho deciso: Natalizzo il blog... comincio oggi perchè anche se in genere, rispetto la tradizione dell' 8 dicembre. Non credo che nel fine settimana avrò tempo, dovrò fare l'albero a casa mia, non vedo l'ora! Ieri sera ho tirato fuori da dietro a frigorifero le decorazioni e l'albero imballati. Ho dovuto dare un'occhiata per lustrarmi gli occhi e sentirne il profumo, nonostante tutto, lo adoro quell'alberello lì! E poi ho iniziato la ricerca di due cosine, non troppo eccessive per creare il clima anche qui...Il primo Natale del mio blog.



besos110



Questa puKKa che frigna mi ricorda qualcuno....

5 dicembre 2007

Non lo sapevo neppure…

Copj13_2  E' uscito ieri il nuovo libro di Fabio Volo "Il giorno in più"...



Che dire: mi piace da anni, e quando dico anni intendo che lo seguo da circa 8 anni, quindi, da quando ero una 17enne. I suoi libri li ho letti tutti e tre, due dei quali sono anche autografati. L'ho incontrato 3 volte, la prima volta sono andata a Riccione in campeggio, solo perchè sapevo che l'avrei visto. L'ultima volta ho trascinato alla presentazione del penultimo libro la Maddy e pure il suo babbo. Una pazza sconvolta si direbbe... si, mi affascinava per il suo distinguersi un pò dalla banalità televisiva/radiofonica, per il suo modo di esprimersi, per il fatto che non fosse un Costantino, anzi, proprio perchè non bello ma a suo modo affascinate, mi intrigava di più. Lo sguardo un pò guercio, il pizzetto, il sorriso, le gambe storte, molto storte. Le imperfezioni messe insieme delle volte possono creare strani mix.



Poi ho cominciato a crescere, ad avere esperienze personali che per forza di cose portano a maturare pensieri meno idealistici, più pratici. Uscendo un pò dal guscio della normalità casalinga, mi sono ritrovata dinnanzi a difficoltà che un Fabio Volo potrà anche comprendere, ma che vanno contro il suo manifesto da:" Rompi gli schemi, se ti senti in gabbia scappa e ricomincia da capo come più preferisci". Funziona se hai le spalle coperte e ti va bene, ma per sua stessa ammissione, lui riesce a fare certe riflessioni proprio perchè gli è andata decisamente bene, non ha il pensiero dell'affitto o del mutuo da pagare (tuttalpiù farà uno spot), di come arrivare alla fine del mese, altro che Capo Verde e meditazione alla ricerca di se stessi... Vale lo stesso se cerco me stessa stesa sul tappeto del mio salotto? Magari dopo aver provveduto a spolverare, stirare, lavare i pavimenti, fare la spesa, pagare le bollette e avere anche lavorato 8 ore con le gambe inchiodate sotto "l'abbominevole" scrivania da squallida impiegata?!?



Insomma, io non so se Fabio Volo è persona o personaggio, un guru moderno dei giovani d'oggi, che gli pongono domande esistenziali come se lui avesse la risposta per tutto. Penso che basterebbe leggere, leggere tanto, tutto, studiare, capire, imparare che prima di Fabio Volo ci sono stati innovatori molto più indietro nel tempo, e quindi decisamente più moderni (vedi Dante, per fare un esempio attuale sull'interpretazione fatta da Benigni), e anche lui da qualche parte ha imparato.



Mi ricollego anche a delle riflessioni fatte ieri sera, mi rendo conto in modo tangibile del fatto che sto davvero crescendo, che mi sto formando, che i pensieri e i sentimenti di ieri non li potrei mai riprovare oggi se mi ritrovassi nella stessa situazione. Le persone che con me hanno giocato in passato, oggi non sarebbero più credibili, il mio modo di approcciarmi agli altri è meno passivo, più diretto, e non cammino più curva su me stessa come presa da timidezza o imbarazzo (forse anche per la misura del seno), ma mi piace andare avanti a testa alta e ben eretta. Ma mai arrabbita con la vita, non di certo disillusa, solo più attenta a me e agli altri.



In conclusione credo che il libro lo leggerò lo stesso, forse me lo regalerà qualche buon'anima per Natale. Ammiro il personaggio e il suo talento... e forse andrò anche ad una presentazione, ma non più per spasimare per lui, piuttosto per un confronto, se ne avrò l'occasione.



 

4 dicembre 2007

Anelli

Anelli.... li adoro...



Sublink75csaturno2 Alla mia Prima Comunione non desideravo altro, invece: collane bracciali, orecchini, neanche un anellino, ma perchè!?!Ad altre bimbe si e a me no!?Io gli orecchini poi, li metto solo a Natale o a Capodanno!



Nessuno che mi ha mai regalato un anello, tranne una volta 10anni fa: delle mie amiche me ne regalarono uno in argento che non ho mai più tolto, infatti ho il solco sull'anulare sinistro. E ogni volta che vado a trovare i parenti mi chiedono se è una fedina...O_o è una fascettina di 4mm con un disegno etnico, che razza di gusto avrebbe questo fantomatico fidanzato???



Ci riflettevo proprio qualche giorno fa, chissà perchè non me li sono mai comprati, forse perchè tutti gli anellini di bigiotteria che mi prendo da sola, li perdo misteriosamente.L'ultimo in cocco lo tolgo per fare un dolce, lo poso sul tavolo e non ricompare più.... Perchè? non l'ho mangiato, giuro!



Pausa pranzo. Esco in sopralluogo per i regali di Natale e compleanno: negozio di bijou, un'infinità di collane bracciali e anelli....non resisto, ne prendo 3! NOOOO! sono in ristrettezze economiche, ma costano davvero pochissimo, pochissimo!!! vediamo quanto mi durano questi, se durano un pò, il prossimo passo (futuro, molto futuro) saranno i Breil, quelli doppi o tripli. che son di più!!!

Coming up

Oggi ho il morale alto, non so esattamente il motivo; per la perdita economica di ieri mi sono abituata all'idea, rassegnata per benino...Anche il film "Non ci resta che piangere" faceva ridere.

3 dicembre 2007

194,58

Ecco, quanto mi costa(circa) il suono di un campanello mai giunto al mio orecchio...



194,58



ci prendevo...Dio, quante cose ci potevo prendere con 194,58????!!!!!



ci potevo prendere 1945 Goleador alla liquirizia, ci potevo fare 2 volte e mezzo Laveno-Firenze e poi restavo lì! Chissene! Ci pagavo 2 settimane di spesa per la casa! Pranzavo a lavoro almeno 38 volte! mi facevo un viaggio in aereo andata e ritorno in Puglia (prenotando con un pò d'anticipo). Quanti regali avrei potuto fare?almeno un paio importanti!



Porcaccia la miseria!!! In realtà ci perderò il doppio quasi!Come li recupero!!!! Porcoggiuda! COME!?! se ci penso ancora un pò collasso qui!Makemoneyroadsign_480

Ti sei sentita “come a casa?”…

44 C'è una canzone di Natale di radio Deejay, che dice "la casa è dove è il cuore, la festa è dove è il cuore..."



E siamo giunti a Dicembre... tutto si inanella alla perfezione, manca poco al Natale, settimana prossima si prepara l'albero, fine settimana di festeggiamenti, a qualcuno il cuore è stato portato a domicilio per poter festeggiare, famiglia e amici: era davvero festa per lei, ne sono convinta.



E poi si corre altrove per portare il cuore da amico, e continuare a festeggiare...



E io nel mio piccolo osservo, rido, partecipo a battute e faccio nuove conoscenze. Un tuffo di volti nuovi e mai visti, esperienze differenti, scambi di opinioni, accenti che si mescolano, foto foto foto del Digital Fotofestival, immagini che arrivano dritte al cuore, attimi fermati sulla pellicola per sempre, sguardi che ipnotizzano e ti lasciano smarrito, quanta bellezza ci può essere nei colori tra la nebbia...



Entrate e uscite in autostrada, da casello a casello, brividi ed emozioni nuove, calore, passione...



Mai sola, mai smarrita, lontana da casa eppure...a casa. Perchè la casa è dove è il cuore.



Ti sei sentita cooome a casa? - mi è stato chiesto -



sono a casa da sola, la mia casa quando non ci sono per un pò, subito si svuota di calore umano; o forse manca un pezzettino di cuore, non me lo sono riportato... ho fatto una doccia per scaldarmi, per farmi compagnia, e per farmi scivolare via di dosso la piccola brutta notizia trovata nella cassetta delle lettere; mai come ora posso dire chè lì, mi sento come a casa, lì c'è un cuore che mi fa sentire bene, serena, rilassata... Mi sono sentita proprio cooome a casa...

29 novembre 2007

Mixer

Img_7636_2 Oooooooh!LA TORTA DI MELE è PRONTA!



Ho anche fatto una tortina più piccina di prova, per assaggiarla, questa parte per Firenze...E' anche buona! Perlomeno la metà che ho assaggiato io.



Si, perchè l'è accaduto un piccolo incidente: ho ben pensato (quando mai la penso bene!?), di infornarle insieme, ma dato che sullo stesso ripiano non ci stavano, ho straben pensato di posare la piccina in bilico sul bordo della tortiera grande e di accostarla alla parete del forno.



Non ho calcolato il dettaglio che si sarebbe, maremma ladra,inclinata con effetto Tzunami. Metà alta e metà...bassa, decisamente bassa... Non ci sarebbe stato problema fino a quando non ho deciso di passare anche lei sul ripiano alto per farla dorare. Intanto che fotografavo la bellezza di codesta tortona, con tanto di firma del mio dito (si capisce che è il mio dito perchè c'è il fiore, ovviamente), indecisa se mettere a fuoco la mia meravigliosa torta o il mio meraviglioso dImg_7637ito... C'èra qualcos'altro che stava per andare a fuoco...puzza di bruciato, corro dalla tortina d'assaggio! eeeeeeh....la parte bassa dello Tzunami è sfumata sul nero...



Io la ritengo un'opera d'arte anche quella! La parte mancante è quella alta che ho mangiato per capire che è venuta buona! ;-)



Sono soddisfazioni!!!



Vado a vedere Benigni và!

28 novembre 2007

TV scontata, anzi, gratuita. Gliela tirerei dietro..

Cielo grigio su, foglie gialle giù...sognando Fantaghirò...Photo_1448164_thumb



Adesso partirà un lancio di ortaggi e frutta marcia, ma a me con questo tempo, con il Natale che si avvicina, e tra una decina di giorni si prepara l'albero (mi tocchera tirare avanti il frigo e recuperare dal sottoscala l'albero di Natale), sarà anche perchè il pomeriggio a casa mi capita così di rado; insomma io oggi vorrei divano, the caldo, copertina e Fantaghirò! Uno a caso dei 5-6-7, ma quanti ne ha fatti la Martinez??? Tanto me li sono sempre ciupati tutti e tutte le volte che li davano in tv. E' una droga demenziale, la strega cattiva, la fata, sassi, alberi e animali che parlano...una boiata immonda per una 24enne, ma a me oggi va così! Desiderio recondito di ritorno all'infanzia, sarà la storia del fanciullino interiore, mettiamola così... Che ci posso fare?



Vabbè intanto la mia stampante non stampa, il vecchio PC non funziona più, si riavvia all'infinito, come un vecchio che si dimentica che stava dicendo e ricomincia da capo il discorso; lo stacco definitivamene ponendo fine alle sue sofferenze da demenza senile. Colgo l'occasione per ridare un senso alla palla deforme che erano diventati i cavi del computer, e fare ripartire la webcam che, invece, è in sciopero.



Poi mi prendo un film, perchè il trash della De Filippi si affronta solo una volta per gioco...Quando scopro che a distanza di un anno e mezzo c'è ancora il biondo, ex-di Melita, sento che sto raschiando il fondo, ho l'esatta definizione di patetico. Possibile che sto bambolotto non trova uno straccio di donna decente??? e soprattutto, possibile che tutti credano che se la debba per forza cercare in TV??? Dinnanzi a tanta tristezza Fantaghirò vincerebbe alla grande!



Vabbè vabbè, cercherò un film decente comunque... nessuna boiata!

27 novembre 2007

Capita anche nelle “migliori” famiglie

175012175uniqueposters_3 Giornata no, e forse qualcuno lo ha già capito ampiamente, mi spiace davvero tanto, ma oggi è il compleanno del mio babbo e purtroppo non sono riuscita a festeggiarlo come avrei voluto; faccio già così poco per lui. E i rapporti sono così delicati tra di noi: nessuna frase esplicita,un equilibrio precario dove l'affetto lo si dimostra solo così, con piccole cose...E poi ci sono tanti altri problemi che coinvolgono la mia strana famiglia, strana ma neanche poi tanto diversa da altre...



Mi sento in colpa per un festeggiamento mancato, per un regalo non dato, per un pollo con le patate portato a domicilio, preparato proprio per cenare assieme, che non ho ancora avuto neppure il coraggio di mangiare...Mi si chiude lo stomaco quando le giornate vanno così. Non era la Montagna che doveva andare da maometto questa volta.



E vado fuori fase quando ci sono cose che mi preoccupano e non posso fare nulla per rimediare, non posso alleviare o alleggerire certi pesi che coinvolgono le persone che amo di più. Mi limito a non dare problemi, ma so che non è sufficiente. Non è abbastanza.  E poi è nausea, spossatezza...



Le discussioni inutili che monto impiedi solo perchè in giorni così io mi sento suscettibile anche sulle banalità, sulle cose dette per gioco, un gioco che conosco bene, ma che in giorni così mi punge e divento pedante. Come quando ho la febbre, la maglia la indosso sempre, ma quando non sto bene mi brucia la schiena a contatto con la stoffa... Allora spero nella comprensione di chi si becca le mie menate, i miei giorni no...mi spiace davvero.

25 novembre 2007

Zusammen

Spirale9mm Passato anche questo fine settimana, fatto di acciacchi, dolori al collo e allo stomaco, ricerca di regali, e ancora non so cosa regalare al babbo, pasticche di maalox, (senza fare riferimento a nessun blogger, però lo saluto ;-) ...), cinema e birra con i miei amici. Pioggia, tanta pioggia e qualche lacrima, silenzi che si schiudono, e poi si parla e ci si rivela nelle proprie incertezze; nei progetti che cambiano ancora e qualche aspettativa delusa, si rimanda a data da definire... Ma vado avanti, basta solo crederci. E io ci credo, io sogno... Ricomincio a sognare; a guardare tutto con maggiore certezza, a definire i contorni di qualcosa che cresce passo dopo passo.



INSIEME, assume un nuovo significato; condividere le difficoltà, confortarsi a vicenda. Finalmente mi sento "utile" anch'io, io che capivo, ma che mi sono sempre sentita incapace di aiutare. Prendo una nuova consapevolezza di me stessa, del rapporto nuovo che si sta via via formando tra le nostre dita... E adesso vorrei solo continuare a non aver paura di cadere, vorrei fidarmi ciecamente,far si che le cicatrici non vengano più toccate, che restino nient'alto che segni...



Mi affido a quegli occhi; alla calda passione fatta di sguardi, pensieri che passano attraverso la pelle. Le labbra, le carezze, gli abbracci che non vorresti più sciogliere, le sensazioni sussurrate sottovoce, i respiri, la bellezza di restare l'uno nell'altro, in silenzio a non pensare...a gustare qualcosa che non voglio perdere, che manterrò vivo con tutte le mie forze.

23 novembre 2007

Basta una lettera…

Mi è giunta una bella notizia! Foto_rane_321_2



Sono troppo contenta...si cambiano di nuovo tutti i progetti, tutto slitta più in là nel tempo, ma è una notizia così positiva, che non vedo l'ora di saperne di più!



Questo fine settimana sarà davvero con una serenità diversa, malaticcia ma col mio tesoro, che è già tanta roba!



besitos

21 novembre 2007

Ho bisogno di calore!



Senza_nome Qui dentro si muore di freddo, non si riesce a lavorare così! Ho lo stomaco stretto dal gelo, i piedi fra un pò cascano, mani e orecchie non le sento più, è il principio dell'ipotermia... mi ricordo di averlo sentito in una puntata di beautiful ,vista assolutamente per caso, in cui Ridge e una tizia sono caduti in una buca nella neve mentre sciavano!Oddio NO!Mano a mano si congeleranno tutti gli organi interni, fino a raggiungere il cuore...NOOOOO!ecco, una sana dose di positività!



Piove e devo andare in centro per vedere se venerdì prossimo lo sciopero mi consentirà di viaggiare ugualmente...anche se nutro seri dubbi...bb come faremo??? (parto giovedi?)





20 novembre 2007

L’ora di religione

Sarà una strana mattinanta, Suor Rita verrà a condividere l'ufficio con me questa mattina. Non ho un grande feeling con preti e suore generalmente, con la Chiesa men che meno,eppure da piccina ero una frequentatrice assidua! E' con un pò di vergogna che ammetto che ogni tanto se mi capita di dire un Ave Maria in solitudine, mentalmente, magari durante un preghiamo(silenzio)...alla messa di Natale, io mi incarto e arrivo al Santa Maria e riprendo il pezzo iniziale, piena di grazia....già lo so che la sto cannando, e che dopo c'è qualcos'altro, mica ha 2 strofe uguali! ma che cos'è, cos'è?! E dire che alle elementeari si pregava tutte le mattine! Mi scervello per un pò, poi iniziano tutti a cantare e io perdo la voglia di ricordare che dopo c'è un..."Madre di Dio" allora vado a braccio, e mi faccio due chiacchiere telepatiche con Jesus, gli chiedo come va, che mi sa che non glielo chiedono in tanti...e poi gli dico di dare un occhiata dalle mie parti ogni tanto, che non si sa mai, una vincita all'enalotto o al gratta e vinci servirebbe proprio! Anche se nutro seri dubbi che possa far qualcosa, non si può credere in Dio e nella Fortuna allo stesso modo, così mi aveva detto il mio prof. di religione.



Delle volte me Lo immagino un pò come me che non sapevo giocare a Age of Empire, quel videogioco di ruolo, o di strategia dove devi costruire i villaggi e evitare le guerre, ecco io non riuscivo mai a gestire tutte le cose assieme, costruivo da una parte e si ammazzavano dall'altra. Sicchè, Lui potrà anche esistere, o essere una "Forza" comune a tutti, a livello globale, un' invenzione mentale generata da un'energia interiore che ci costringe a dare risposta ai grandi PERCHE'. Un origine e una fine. La necessità umana di cercare un entità superiore, che idealmente dia un sostegno psicologico a chi soffre e sta male, a chi è in difficoltà... In ogni caso, mi sa che a Age of Empire ci gioca "bene" quanto me...anzi, poverino, i Suoi rappresentati ormai si sono dati all'autogestione, costruiscono, hanno beni di ogni genere e non pagano le tasse. Totalmente fuori controllo...



Che ci posso fare! Verrò scomunicata?! (N.d.R. Ale, ci metti una buona parola tu?)



Dicevo che Suor Rita però è diversa, una donnina paffutella ed energica, sopracciglia a spazzolini e baffetti, occhi virspi, cordiale e schietta, accento meridionale, mi ricorda un buon vino del sud.



Ogni tanto mi racconta delle sue missioni in Brasile, a San Paolo, dove aiuta nella gestione di due mense per bambini. E' simpatica, e non riesco a mentirle...è più forte di me, le radici cattoliche in me ci sono ancora. Come si fa a mentire ad una suora così. Insomma ci credo in modo strano, frequento meno, ma la stimo.

19 novembre 2007

la nebbia agli irti colli…e non solo

Img_7615 Fine settimana bello e divertente. Sabato sera in una "casetta" di tre piani tra i colli e il  mare di Castagneto. Piccina eh! per trovare il bagno del piano terra mi ci sono persa una decina di minuti prima di beccare la porta d'ingresso. Piena di cose che farebbero venire un orgasmo a un antiquario. La cucina con il camino, le bestiole imbalsamate, lo spirito della bimba col retino che si aggira per le stanze, le castagne con la nutella, i lettini avvicinati, e la coperta che si accorcia, la stanza ludica con tanto di bigliardo e aste,no mazze?no no, "the teacher" dice stecche, beh, chi non la vorrebbe: la stanza ludica!? E poi una chitarra e si canta, accoccolati sul divano o stretti stretti abbracciati in poltrona, col cuore al calduccio.
Poi come sempre si ritorna at home, e al lunedì mattina mi manca quel qualcosa di piacevole per tirare fuori il sedere dal letto. Fa troppo freddo, il mio piumone caldo non lo lascerei proprio se la prospettiva è quella di una classica giornata lavorativa, si spera senza infamia e senza gloria, anche se l'infamia c'è sempre e stamattina, la frecciata del buongiorno è già arrivata. Tra l'altro è una di quelle giornate gelide, nebbiose, grige, tristi. Anche il cappuccino che generalmente mi risolleva il morale è venuto tiepidino...la ciambellina si intoppava in gola e non l'ho ancora digerita. Uff, che stuferia! Che stufaggine!Che freddo! Vado a farmi un the caldo và, che la mattinata va troppo piano per i mei gusti.
baciotti
carduccia

16 novembre 2007

I_sogni_large Finalmente è venerdì, questa settimana è vissuta tutta come una lunga e faticosa maratona psicologica e siamo in dirittura d'arrivo. Io sono sfiancata da questa pressione che è motivata, forse, da mille pensieri e preoccupazioni...alcune inutili, altre sconfortanti. Pressione che nasce non so da dove... Non è ansia, non credo di aver mai sofferto di attacchi di ansia (o forse si una volta o due), ma questo magone malefico, continuo, che schiaccia la mente e mi fa sragionare, mi fa dire e pensare cose che non vorrei, mi fa sentire sola e piccina dinnanzi a qualunque problema, anche banale, anche dentro la mia casa: tana e guscio da anni... Spero sia solo la parentesi di una settimana dove la parabola del mio umore, avendo subito picchi altissimi pochi giorni fa, adesso torna inesorabilmete a scendere per stabilizzarsi alla mia quotidianità un pò difficile da riaccogliere a braccia aperte.
Perchè in generale, io sono felicissima di quello che ho, ma vorrei di più, mi sono sempre accontentata, adeguata alle circostanze; questa volta invece per la mia vita esigo che ci sia di più. Sono mesi, molti mesi, che faccio mille progetti che cambiano a seconda degli eventi e delle circostanze. Adesso basta però, mi sento inconcludente e sempre meno in grado di poter fare qualunque cosa, mi mancano i mezzi, caviglie legate e lo sconforto che mi gravita attorno come una nuvoletta fantozziana.
Stasera vado sotto il cielo di Firenze, da Francesco, tra braccia calde, grandi e forti, e baci leggeri e consolatori , perchè mi comprende, mi è vicino e lo adoro...non vedo l'ora.
la nuvola la lascio qui, che se ne voli via nel vento...

15 novembre 2007

poco più in là

Vorrei che domani, un domani non troppo domani, la parola extracomunitario non esistesse più, la parola diverso diventasse un complimento,in fondo diversi lo siamo un pò tutti...che la xenofobia diventasse solo una malattia, curabile magari. Vorrei non temere più, aspettando il pullman, di essere caricata su un pulmino pieno di albanesi che sosta poco più avanti col portellone aperto...Ho sorriso quando alcuni di loro sfilandomi davanti con gli abiti sporchi di una giornata in cantiere,con un panino o delle patatine prese al bar per rifocillarsi, nessun commento strano, nessuno sguardo indiscreto, solo uno di loro che incrociando il mio sguardo mi offre due patatine. Sorrido e rifiuto cortesemente...



Vorrei non sentire più sottolineare il fatto che fosse stato uno "straniero" quello che ha aggredito un controllore sul treno, mettendogli le mani alla gola...in un vagone pieno di ITALIANI totalmente indifferenti...che tristezza.



Ci sono anche italiani accartocciati in stazione sulle panche abbracciando il fedele cartoccio di tavernello. Chi ha più diritto di passare la propria esistenza su quella panchina? chi se lo merita di più?



Adesso che ci penso mi sento un pò la John Lennon de noartri...



Vabbè era un pensierino serale scaturito da un breve scambio di battute.



Notte

13 novembre 2007

ACCENDERE LA LUCE PLEASE!

Buio_2













mi sto rabbuiando parecchio... è così, quando la giornata inizia storta, è dura raddrizzarla, molto dura...



Se già mi sveglio con una brutta sensazione, me lo devo aspettare ormai!



Attendo miglioramenti in serata...un fiammifero, un accendino, una lampadina...

12 novembre 2007

Padre_figlio_n E' così difficile delle volte, lunghezze d'onda diverse...io cerco di modulare le frequenze, per migliorare la comprensione. Putroppo non sempre funziona. Uno scarto di 40 anni non è poco, e se poi ci si aggiungono i vecchi rancori, le ferite, le preferenze che hai tu e che vorresti che avessi anch'io... Ma dal mio punto di vista non c'è più un: "a chi vuoi più bene?", c'è la voglia e il desiderio di volere bene a suffucienza ad entrambi e forse, non dimostro mai abbastanza, forse non ci riesci neanche tu. Del resto, metà di me arriva da te...Capirsi delle volte e scontro duro, le recriminazioni inutili che giri su di me facendo in modo che diventino alibi per te, l'alibi di potermi accusare, di avercela con me e col mondo intero perchè io, il destino, e non solo, ti hanno riservato tante, troppe delusioni. Quelle stesse delusioni, non le puoi risparmiare a me impedendomi di tentare, di emozionarmi, di rischiare, di...vivere, e non di vegetare.



So già che domani avrai capito perfettamente, ma non avrò la soddisfazione, non presto, di essere tranquilla che nonostante gli sforzi, alla fine i miei messaggi vengano recepiti. Non è ciò che desidero in assuluto dal mio rapporto con te, ma è pur sempre un piccolo passo...

9 novembre 2007

botta e risposta

Per la gioia di grandi e piccini, o di piccini un pò grandi, o grandi col cuore da piccini...il test l'ho scopiazzato anch'io!



01 - Che ora è: 17.00
02 - Nome: Arianna
03 - Compleanno: 15 aprile
04 - Segno zodiacale: ariete ascendente cancro. NO! Non sono testa dura, che palle con sta storia...Tanto io all'oroscopo non ci credo!
06 - Piercing: nessuno in previsione un tatuaggio però!
07 - Sei innamorato/a? OOOOOh Yesssss!
08 - Ti piaci interiormente? mi piacerebbe dare una smussatina qua e là, un aggiuntina qua e là (interiormente eh!)...ma tutto sommato mi sto simpatica
09 - Hai già amato al punto di piangere per qualcuno? Piango sempre io! gioia,dolore, emozione, spavento... figuriamoci per qualcuno che amo o che ho amato! cmq si, ho amato qualcuno che mi ha fatto piangere davvero.
10 - Hai mai fatto un incidente con la macchina? un paio. Il primo è costato la vita della mia "Y10 ferro da stiro". "you have been the one, you have been the one, you have been the one it's true..."non ne ho più avute altre di mia proprietà, ecco...
11 - Hai mai avuto una frattura? una alla clavicola quando avevo 7anni, e una al polso a 12anni...chi mi conosce sa quanto sono agile...
12 - Pepsi o coca-cola? Always Coca Cola!
13 - Ti fidi dei tuoi amici? Sì parecchio. Ma non sono mancate le delusioni.
14 - Colore preferito per l'intimo? uso spesso il nero ma il rosa lo sto riscoprendo
15 - Misura di scarpe: 39
16 - Numero preferito: 4
17 - Tipo di musica preferita? dipende dai periodi, rock, punk, pop, jazz...NO disco, NO hard-core, NO house, NOOO neomelodica, NO  classica... ma  ascolto di tutto un pò per aumentare il bagaglio culturale, poi seleziono, claro!
18 - Doccia o bagno? Purtroppo attualmente doccia! la vasca a metà non consente bagni degni di esser definiti tali, sembra di stare in una tinozza!
19 - Cosa odi? mmh, l'ipocrisia, gli insetti...i nocciolini nell'anguria...sentirmi in imbarazzo, e se lo metto tra le cose che odio è perchè non solo mi infastidisce, io Odio sentirmi in imbarazzo
20 - Come ti vedi nel futuro? scusate ho perso gli occhiali, al momento non ci vedo molto bene, è tutto offuscato....
21 - Da chi hai ricevuto questa mail? ma perchè è una mail? l'ho scopiazzata da giudettina che l'ha scopiazzata da sorridente...
22 - Quale dei tuoi amici vive più lontano? Orsacchiottone che sta a Roma e spero non me lo mandino troppo presto nelle Filippine o giù di lì!
23 - Chi sarà il + rapido a rispondere secondo te? io! sto rispondendo adesso!
24 - Il più lento? io, seeeeeemmmmmpreeeee iiiiiiooooooo...
25 - Cosa cambieresti nella tua vita? faccio prima a dire cosa non vorrei cambiare
26 - Sei felice? a metà!Ma mi sto attrezzando
27 - Proverbio preferito? I proverbi non mi piacciono molto, ma ricordo un detto della mia nonna che mi sovviene spesso "Chi sospira non è contento"
28 - Libro preferito? Branchie di N.Ammanniti
29 - Di cosa hai paura? della solitudine e di deludere chi mi stima
30 - La prima cosa a cui pensi quando ti svegli? non penso, non ne ho le facoltà in quel momento
31 - film preferito? Matrimoni e Pregiudizi (una cazzata immonda, lo so, ma è il mio film antidepression. Non è il film che ritengo il più bello tra quelli che ho visto, ma il preferito per l'effetto benefico)
32 - Se potessi essere qualcun altro chi saresti? Me stessa quando andavo alle elementari
33 - Cosa c'è appeso al muro della tua camera? la bandiera col giglio di Firenze, foto e ricordi vari, e un batik
34 - Cosa c'è sotto il tuo letto? una valigia e la scatola di imballaggio del PC
35 - Posto dove ti piacerebbe andare: Ovunque, ho visto talmente poco...



36 - Pensi che qualcuno risponderà a questa mail? ma io non la ritengo una mail. Forse se la scopiazzerà qualcuno a sua volta....
37 - E chi sei sicuro risponderà ? e io che ne so! Se non è una mail!
38 - Di chi vorresti leggere la risposta? boh! L'ho già detto che secondo me non è una mail?
39 - Profumo preferito? Kenzo-Amour (fuxia) invernale o Cacharel-Promesse estivo
40 - Sport preferito? nuoto
41 - Timido o estroverso? estroversa per non farmi cogliere alla sprovvista dalla timidezza
42 - Soprannome? Ari, più un'altra miriade infinita di vezzeggiativi e soprannomi vari...
43 - Mare o montagna? mare mare MAre MARe MARE....e poi anche Mare...
44 - Hai paura della morte? No. mi spaventa di più la sofferenza...
45 - A che ora vai a letto? Mezzanotte e dintorni.
46 - Cosa vuoi dire alla gente che leggerà questa mail?Questa non è una mail per me. ciao

8 novembre 2007

Immagine

















Isabel Muñoz - Fragmentos

7 novembre 2007

tempo: un’inganno dei nostri sensi…

che ore sono?



e adesso?



....



e ora?



ma non mi passa più sta giornata, nonostante le chiamate da gestire e le cose da fare...continuo a guardare l'ora e non arrivano mai le 12.30!!!!



e adesso che ore sono?



No no, oggi non gliela fò, voglio andare a casa!



Io ho fame! e mi scappa la pipì, dovrei andare, ma...ho freddo non ce la faccio!



P.S.= devo trovare una radiolina da portare in ufficio, perchè questo silenzio è assordante! Mi distrae!

6 novembre 2007

Solo per poche ore

Lisca Capitano questi giorni così, in cui sono annoiata, un pò stanca, sospettosa, dispettosa.  Per fortuna l'amore c'è, mi piace tanto quell'omino lì! beh, di un metro e novanta, omino non proprio... mi fa bene al cuore, al corpo, all'anima, al cervello un pò meno, se già son tonta di mio, figuriamoci adesso...



Stasera però si va di magone. Quello che serra i denti, annoda la gola e attorciglia lo stomaco. Non lo so proprio da dove arriva, sarà il vento gelido, la desolazione casalinga, sarà la giornata in solitudine assoluta (eccetto sporadici contatti umani con panettiera,barista,ragazze del treno, cassiera supermercato. Contatti significativi!!!). Lunedì ho cavalcato l'onda del ponte e adesso ritorno a terra. Domani mi riabituerò alla mia banale quotidianità di casalinga solitaria e di impiegata disperata. Per fortuna questo giovedì tutto torna agli alti livelli che adoro. Ma qualche ora in fase down me la devo concedere, con la lacrimina puntata con gli spilli, i pensieri poco piacevoli che svolazzano per la stanza, la preoccupazione per una lisca in una tonsilla, le lenzuola da stirare e i tappetini da stendere. Ho bisogno di sdraiarmi sul divano col plaid che mi coccola e con un pò di insana tv...Aspetto giovedì. Anzi prima aspetto notizie della lisca bastada.



besos



ari

Il cacciatore di aquiloni

Senza_nome L'ho finito! In teoria non c'è nulla di strano nel finire di leggere un libro, ma ultimemente non mi capita tanto spesso, il più delle volte le mie letture restano a metà, forse per mancanza di tempo o di concentrazione, forse perchè non riuscivo a trovare nulla di davvero interessante o coinvolgente. Non mi hanno mai attratto molto i libri sul Medio Oriente: i telegiornali ci mostrano paesi ormai devastati, i nomi e le città di quei posti mi risultano complessi e accavallati in un groviglio inframezzato da guerre, morte, tristezza. Di certo nessuno oggi parla dei cieli azzurri di Kabul punteggiati di aquiloni colorati. Eppure c'è stato un tempo in cui...



Anchè il questo libro c'è tanta angoscia, ma c'è fratellanza, la violenza di una guerra continua, la storia di un paese, l'Afganistan, che ormai è in ginocchio...il finale non è esattamente un happy end, anche se lo si intravedere. Il finale è una speranza.



Finalmente torno a divorare un libro con grande soddisfazione, è una storia che lascia qualcosa di pagina in pagina...e si divora con piacere.

5 novembre 2007

Risvegli, brontolii, brividi e sorrisi

Brontolo No, no, no e no!
Non volevo scendere da letto stamattina. No! Avrei voluto essere cosciente che la sveglia sarebbe suonata alle sei e che le voci di Andrea e Michele provenivano dalla radio-sveglia e non da un'allucinazione uditiva. No!
Non si può dopo 5 giorni meravigliosi, risegliarsi con accanto un misero cuscino e rendersene conto solo alla seconda sveglia. No! E non so più come mandare via l'odore di cipolla dalle mani! Eppure ieri non era così forte! per un soffrittino per il risotto con la zucca mi sono conciata le mani in questo modo? neanche col detersivo dei piatti e gli infiniti saponi utilizzati va via!!! Che bellezza lavarsi il viso con questa leggera "fragranza"! NOOO! Non gestisco troppo bene neanche il freddo pungente di stamane, ma sopratutto faccio fatica a digerire le ragazzine che con +4°C girano ancora col piumino smanicato sopra il maglione. Ma che Orzo Bimbo bevono alla mattina? Mi viene più freddo solo a guardarle! Io stavo per mettere il cappotto stamattina!
E il pullman in ritardo dove lo mettiamo? Se fa freddo io non voglio aspettare minuti preziosi per la mia salute, lì alla fermata! No!
Vabbè, via! Mancano solo 10 ore prima di rimettere piede a casa...Ce la posso fare!!! Mi basterà ricordare per sorridere un pò...
E poi proprio adesso mi è arrivato un sms. Ooooh! Fra tre giorni quel cavolo di cuscino riprende il suo posto sotto una testolina che adoro. E io torno a dormire nel mio abbraccio preferito...Ecco!

Ecco fatto!



Dscn0906_3



Direttamente dal Mercatino di San Lorenzo di Firenze alla parete della mia camera...Qui qualcuno ci ha piantato una bandiera... mah!?



A me piace parecchio...e non solo la bandiera!

4 novembre 2007

Bisbiglio

Poche parole, piccole e delicate, sussurrate a fior di labbra



bastano poche parole racchiuse tra le mani, un segreto prezioso,



condiviso e sbirciato tra le dita.



Poche parole che racchiudono qualcosa di più di un pensieroContingo20mani20sito_3



poche parole  che non si possono toccare,



poche parole sincere, abbracciate, per niente abusate,



mai in saldo, mai scontate.



Poche parole che vengono da dentro...

31 ottobre 2007

Per niente “Desperate”

Ecco, ci sono, tutto pronto tutto preparato per il ponte in dolce compagnia. Manca solo il pane. Il frigo straborda di cibo che non ho idea di come lo cucinerò, e soprattutto di verdura! Io non me lo ricordo davvero quando il sedano, quello crudo, bianco, fresco, e che sprizza acqua da tutti i pori, ha messo foglia(il piede non cel'ha) in casa mia. E soprattutto nell'intimità del mio frigo! Secondo me mai!  Oggi quel cosotto nano, bianco con lo sportello, non sente più quel vuoto freddo e desolante colmato solo da un tubetto di maionese e un rimasuglio di grana. Oggi il mio frigo Cantaaa!



Faccio la ganza col mio take it easy, e poi... E poi mi prende la frenesia, io le attese non le sopporto soprattutto se aspetto qualcosa di bello, e quindi infilo nel poco tempo libero che ho ottocento impegni e commissioni tutte teikitisy. Mi rendo conto adesso che già da lunedi sono in questo stato emozionale, a lavoro ho smazzato tutto il possibile e l'arretrato della malattia, per tenere la mente occupata, ieri ero agli sgoccioli, poche cose da fare e oggi mi resta solo l'archiviazione e poco altro. teikitisy...



A casa, non si finisce mai: pulisci, lava, stira, cambio stagione, spesa...teikitisy, ovvio! Ieri sera sono riuscita a fare la doccia alle 23,30 e poichè ogni tanto mi tratto bene illudendomi di potermi conservare a modo, la cura del corpo e soprattutto della chioma, richiedono tempo e sacrificio, se non sono di corsa come sempre quando mi doccio mentre contemporanemente lavo i denti, scrivo un sms e qualche volta plin plin... Insomma ieri ho messo la testolina sul cuscino alla 1.20. Per fotuna non è così tutte le sere! Stamattina sveglia alle 6 e già che c'ero ho cambiato anche le lenzuola.



Non mi farei sposare, perchè per sopportarmi ci vuole pazienza infinita, ma giacchè con me stessa ci devo convivere tutta la vita, e forse anche la morte...beh! quasi quasi mi auto-sposoMariarosa_bertolini, finchè morte mi separi! ...oppure no.



mi viene in mente la canzoni del livito Bertolini, un'infanzia traviata dalla bimba che faceva di tutto e di più:



brava brava Mariarosa



ogni cosa sai far tu



qui la vita e sempre rosa



solo quando ci sei tu!



Si, certo, come no!

30 ottobre 2007

Lascia il segno

Un video che mi ha segnata, l'ho rivisto in pausa-pranzo...



...



Niente da fare , sono cose che segnano...



Io Robbie lo volevo nudo, ma non nudo e crudo!



...



Segnata...rivivo il trauma...segnata....

Robbie Williams Rock DJ

Fraseggio

TAKE IT EASY!
Take it easy...
TaKe It EaSy!

quanto mi piace questa frase...detta in inglese scivola sulla lingua veloce e rialassata...è il suono che mi piace. Ricollegato al significato rende proprio bene! Anche in giornate tipicamente autunnali, fatte di grigio e foglie morte, pioggerellina che rompe, freddo-caldo che non si capisce, raffreddori, dolori, cicli, tosse e pasticche che danno l'allergia, attese per questo ponte (x chi riuscirà a farlo), che per quanto mi riguarda sarà tutto all'insegna del take it easy...
oggi che si fa? si fa quello che ci va di fare: si resta a letto tra le coperte a coccolarsi, o si fa shopping in centro...vabbè guardo solo le vetrine, teikidisy..
Parla come mangi!
Si è vero, ma prendila facile, mi inceppa in bocca! già il PR mi infastidisce...e poi bisogna aprire e chiudere la bocca: "prEndilA FAcile"... invece "TEIKidisy" è diverso, è graduale e va giù che è un piacere, come un caffè!



domani la settimana lavorativa volgerà già al termine, ho mille cose da fare prima di domani sera ma:
TAKE IT EASY!?



Lustiges_takeiteasy

29 ottobre 2007

Incubo a rate!

Che nottataccia di incubi, continuavo a svegliarmi per interrompere il sogno, all'inizio ero chiusa in una casa e un assassino, forse un serial killer, mi parlava attraverso un altoparlante e mi spaventava. Poi mi dico, ma no! è un sogno ari, ti svegli lo interrompi e ne fai un'altro più carino. Dai, pensa a qualcosa di bello.. Rientro nello stesso sogno, stavolta sono fuori dalla casa, in garage con l'FBI, e c'è una ragazza che è rinchiusa nell'abitazione vittima di un una voce che le fa degli indovinelli. Mi prendeva l'angoscia lo stesso, volevo andare via, avevo paura che questo killer facesse fuori tutti!
Mi risveglio. Penso a qualcosa di bello, penso a qualcosa di bello...ritorno in questo cacchio di incubo. Ma io me n'ero andata! me lo ricordo bene, mi ero fatta dare un passaggio per andare via dalla casa! Porcoggiuda, mi ci riportano perchè io sono l'unica che può risolvere l'indovinello e salvarla, tra l'altro io non la conoscevo neppure sta ragazza!
Per fortuna ha suonato la sveglia!



Interpretazione del sogno??? Boh!



Causa dei brutti sogni?
...O i caloriferi rimasti accessi tutta notte che mi facevano un caldo!!!



...O perchè ieri ho visto Dario Argento in TV (sono piuttosto sensibile, io gli horror non li posso vedere)



... oppure, Cesara Marretti mannaggia! ho segato la frittata con le patate. E' venuta una poltiglia di patate cotte in padella, una specie di ripieno delle crocchette spappolato e un pò rosolato. Buonino eh!L'ho mangiato lo stesso, ovvio! ;-P 



Forse era un pò pesante?

I’m waiting….

Waiting_for_you_by_edoaja



Aspetto il mio cielo in una stanza,



il piacere di addormentarmi col sorriso sulle labbra,



di chiudere gli occhi e sapere che l'attesa è breve,



la meraviglia infinita di ritrovarti qui, di essere tra quelle braccia che infrangono ogni mia difesa,



mi fai sentire bene, leggera, serena.



Aspetto...

27 ottobre 2007

Arte? e la cultura?

Non ho mai pubblicato nulla rigurda ai poveri animali abbandonati, maltrattati nei canili, vivisezionati, uccisi brutalmente per una pelliccia. Questa volta la mail che ho ricevuto, una delle tante che girano a catena, in genere le cestino senza leggerle, di sicuro non le giro, mi ha toccato particolarmente.



Premesso che rispetto ogni forma d'arte, che possa piacere o no, possa essere o meno  di cattivo gusto, cito Cattellan tra tutti, con i manichini di bimbi impiccati in P.zza Cinque Giornate, può scandalizzare di certo, ma questa mi lascia basita, è agghiacciante e non è ARTE.



NON E' ARTE questa:





28vzl0z_3 Un fantomatico artista, non so chi lo possa definire tale, espone alla alla mostra "Bienal Centroamericana Honduras" questo cane legato ad una corda, ammalato, lasciato a morire di fame sotto gli occhi di tutti i visitatori della mostra. Lo scopo del "pezzo" è la sua morte! Di psicopatici ce ne sono parecchi in giro, non mi stupisco più, ma che una mostra permetta di esporre uno scempio simile mi sconvolge. Non voglio parlare di tutte le forme di crudeltà inflitte dall'uomo alle bestie, dovrei mettermi a discutere di ciò che l'uomo fa ai suoi simili, di ciò che accade ai bimbi mutilati o morti per le mine a causa dell'uomo stesso. Ci sentiamo impotenti di fronte alle guerre, di fronte alle multinazionali che producono armi, alle industrie che sottopongono animali a vivisezione e test tremendi, ma i cosmetici in borsa poi non ci mancano mai. E non si può far nulla contro la caccia alla volpe, al defino, alla balena, alla foca, ammenocchè non si è attivisti di greenpeace, e non mi frega un cazzo se la sciura si mette la pelliccia, non condivido, ma la rispetto...volendo ironizzare; se devo sceglire tra vedere una donna impellicciata e un manifesto con la Ripa di Meana con tanto di barbisa in bella mostra... beh!



Ma mi sconvolge che al giorno d'oggi si lascia che avvenga una cosa simile sotto i propri occhi, insomma non ci capisco una mazza di arte contemporanea, neanche in quella meno recente sono una cima, ma lì a quella cazzo di mostra, dove hanno permesso tutti che quel cane morisse di fame quanta gente c'è stata? quanta ha visto? quanta ha permesso che accadesse?293ty5l 



E' l'indifferenza che mi sconvolge! Vogliamo la pace nel mondo, ma si fa fatica a mantenerla in casa, e giustifichiamo con i coinvolgimenti sentimentali, ma questa era una mostra d'arte!nessun coinvolgimento, solo un briciolo di umanità...Laddove non si era affatto impotenti.



C'è un link dove si puo firmare una petizione affinchè questo tizio non esponga più alla biennale, ve lo metto ed ho firmato, ma si potrebbe fare molto meno per impedire certe cose, a partire da chi organizza gli eventi artistici. Visto che in questo caso, a quanto pare, si parla di "arte".



http://www.petitiononline.com/13031953/petition.html 

25 ottobre 2007

L-O-V-E

Love_2 Mi sveglio tardi stamattina, sono ammalata! Che bellezza! No, non il fatto che io sia ammalata, ma svegliarmi alle 10.30 di giovedì mi pare irreale. Faccio colazione con calma, caffelatte una, dico, 1 fetta pane e nutella. Bagno, radio Deejay e Joss Stone che canta LOVE, cover del grande Nat King Kole, mi preparo per andare in posta, passo in banca a vedere il saldo del conto, cambio tutto mi modernizzo ed ho pure l'accesso internet. Mi versassero anche un bonifico come premio fedeltà, non sarebbe male! Sarà il freddo e la voglia di rimettere il mio bellissimo cappottino nero doppiopetto con cinturone a vita bassa, sara la giornata grigia, sarà l'influenza che spinge al divano-coperta-thè caldo, la canzone cantata da Joss Stone, la zucca che ho comprato e che non vedo l'ora di trovare una ricetta per prepararla: (alla mia "Cesara Marretti di adozione" la zucca non piace, mi fa la polenta ma sulla zucca dobbiamo rivolgerci altrove, Maremma!), sarà che tutto sommato mi sento serena e stare lontana dal lavoro fa la sua parte, oppure il fim anni '50 di oggi pomeriggio...



Anche se il Natale lo detesto cordialmente, oggi me n'è proprio venuta voglia. Stavo quasi pensando di tirare già fuori l'armamentario per l'albero, di proporre le luminarie in giro, nei negozi già la roba invernale, e se la domenica iniziano a mettere le musiche natalizie col megafono in piazza a Verbania...



Troppo presto, troppo presto...però la metto lo stesso la canzone, perchè fa atmosfera calda e coccolosa. Ci stà! Oggi ci sta! Perchè ho voglia di abbracciare i malmostosi, gli sfavati, a chi si annoia, chi è un pò giù perchè si preoccupa, e poi fa pensieri strani, chi ha avuto problemi con i treni e quindi ha fatto un viaggio de mierda, chi sta a Roma e mi consiglia anche da lì, chi mi vorrebbe star più vicino da qui, chi sta lontano da casa in un'altra nazione (a me la Francia non ispira simpatia, ma Pepè la puzzola sì)...oggi mi sento così.



baciotti influenzali a todos 

24 ottobre 2007

Sogni di gloria…

Incredibile che con un contratto di apprendistato, (grazie a dio ce l'ho!), se mi ammalo la mia retribuzione è dimezzata...



Incredibile che il mio capo mi minacci, ogni qual volta le cose non gli vanno a genio, che non mi rinnoverà il contratto - tanto sto cercando altrove!



Incredibile che, sempre il mio capo (che sono 2 ma li identifico in un'unica entità), pensi che mi debba piacere stare nel suo ufficio al seminterrato, al freddo, sola tutto il giorno per fortuna, se l'alternativa è la sua compagnia, e fin qui non mi lamenterei, ma soprattutto ad essere trattata a pesci in faccia da lui a seconda delle sue frustrazioni. Anche sessuali direi! Perchè uno che fa battute a sfondo sessuale in continuazione, e che parla di MAZZA e di dimensioni di quest'ultima ogni 2 x 3, qualche perplessità me la lascia



Incredibile che, nonostante per la mia influenza siano stati prescritti gli antibiotici (contenta bb?), nonostante mi siano stati dati appena 2 giorni di malattia, quest'entità abbia la faccia di culo di chiedermi di avvisarlo se sto meglio primaFaccia20da20culo.



...premuroso?no, fuori di testa!



E' antisindacale!



E se mi faccio male sul posto di lavoro durante la malattia, chi mi paga!?!



Da non trascurare che verrei retribuita al 60%!!! Certo, verrò per la gloria!!!



eh!beh! perchè non chiedermi di mangiare anche un paio di sassi???

23 ottobre 2007

Ma peeeeeecchè?…dico io

Tweety CHI E' STATO?!?



Porca zozza, ho l'influenza anch'io!



Breve elenco per rendere partecipe il mondo intero, del tutto disinteressato ai miei acciacchi:



raffreddore, tosse, mal di gola, voce dall'Otretomba, mal di testa perchè mi soffio il naso troppo spesso e troppo forte (uscirà anche quel poco di cervello se continuo così..) e probabile febbre in arrivo grazie alle tonsille...



Save meeeee....



Somebody  save me....

22 ottobre 2007

Aria nuova

Ec Mi perdo un pò pensando ad un fine settimana tanto atteso e gia concluso, ricco di nuove scoperte, coccolata e viziata...sensazioni piacevoli date da piccoli gesti semplici e forse banali, atti pratici di una quotidianità che per ora non mi appartiene. Cucinare insieme, andare al centro commerciale mano nella mano, tra la gente, incontrare i suoi amici e ritrovarlo seduto accanto a me sul divano con uno sguardo che dice più di quanto si possa esprimere a parole...E poi il freddo che riunisce tutti in un appartamento a suonare la chitarra e a cantare, anche se non conosco quasi nessuno non mi sento sola, c'è una mano affettuosa che mi accarezza e mi mette a mio agio,  un pò spaesata forse, ma è piacevole sentire un clima accogliente che cerca di coinvolgere, si ride tanto ed io mi sento bene. Ci avviciniamo con i pensieri fino ad interpretare ogni minima variazione nel mio sguardo o in una sua frase. Si impara a leggersi e a capirsi...



Mi ritrovo a definire con maggiore chiarezza un progetto che cambierebbe di molto la mia vita, un progetto che è stato definito sogno. Ed è per me troppo strano pensare che se voglio e  se rischio, è un sogno che questa volta potrei realizzare veramente, un sogno che potrebbe anche crescere. Proprio io che forse, per me stessa, non ho mai desiderato di realizzare davvero nulla. Ho sempre lasciato che restassero mete distanti, stelle lontane che non si possono toccare. Gli obbiettivi raggiunti nella mia vita sono stati spinti più dal bisogno, dalle necessità, o dal desiderio di non deludere i miei. E senza qualcuno accanto che mi incoraggia, che mi dà la propria disponibilità, senza chi mi fa capire che ne ho le capacità, che mi aiuta a tirare fuori una grinta sopita per tanto tempo, sommersa dalle mille insicurezze insinuate sotto la mia pelle. Probabilmente ora sarei ancora nel panico e presto avrei rinunciato.



Invece, voglio andare avanti, questa volta lo desidero per me stessa, per dare alla mia vita quel senso che non ho mai imboccato, per stare meglio...



grazie

19 ottobre 2007

Alba, io sto aspettando il tramonto…

31albarossaSveglia all'alba, anzi no, nessuna alba quando mi sono svegliata io.



C'erano ancora le stelle quando sono uscita di casa con tanto di valigiotto al seguito svegliando tutto il paesiello con le rotelle sull'asfalto, quindi per me era notte fonda.



Poi l'alba arriva lungo il tragitto, un sorriso nella mente, e i colori del cielo che si fondono; l'azzurro intenso si schiarisce nel giallino che affonda nell'arancio e si mescola nel rosa intenso...e io ho sempre quel sorriso in mente e la palpebra calante...parecchio calante, e dire che stamattina ho bagnato gli occhi con l'acqua fredda, soprattutto per sgonfiarli. La Panicucci consigliava di posarci sopra i cucchiani dopo averli lasciati un pochino in frigo.....un consiglio dell'Ari: NON SI PUO' FARE!



Continuando il mio tragitto rilassato, non rilassante, con Anouk che mi canticchia in Unplugget dall'Ipod, arrivo in ufficio, vedo(...), lascio il valigiotto ed esco a fare colazione...e dentro me nasce ed è ancora acerba una parolina che non ha forma, rientro in ufficio, rivedo(...)quel sorriso si dissolve rapidamente dopo poche battute e ancora più rapidamente quella parolina matura, cresce in rapidità! Diventa una parola enorme, brutta, ma altamente liberatoria, quando quell'essere esce dalla porta finalmente esplode LA parola che inzia per V e finisce con AFFANCULO anzi, con l'eco:



ma VAFFANCULO ULO ULO ULO...                   seguito da una nuvoletta di punti esclamativi      !!!!!



Ooooh!



Scusate la volgarità, ma anche a una "persona fine" come me è concesso, quando ce vò ce vò!



Per fortuna il finale di giornata si prospetta decisamente migliore...decisamente. E venerdì!

16 ottobre 2007

SCROSCSSSH…

Rubinetto20doccia Lavaggio?



Risciaquo?



Psycho?



Pioggia calda?



Relax?



Sex?



Pulizia?



Freschezza?



MEDITO, PENSO, SOGNO, RICORDO, DESIDERO...



Stasera di più non so dire, sono contenta di aver trovato la versione di "Aria" della Nannini che volevo e adesso chiudo gli occhi e mi lascio cullare dalla melodia, dalle parole, mai così vere e belle...una leggera stretta allo stomaco.



Serve Aria.



Serve un abbraccio, la doccia l'ho gia fatta!

14 ottobre 2007

Oktober Stì - polli e gallini

Sabato sera che rischiavo di trascorrere a casa in compagnia della Maria....De Filippi,  ovviamente... a rimpiangere di non essere fuggita a Firenze.



Invece, salvata in extremis dalla Barbara, mi ritrovo all'Oktober Stì - Cittiglio (VA) - a bere birra, cantare in piedi sulle panche insieme a "The McChicchen",non il panino della famosa catena fast food, ma una favolosa band specializzata in canzoni da Oktober fest riarrangiate in chiave rock, Rocktober appunto! Davvero bravi e coinvolgenti! (avevo promesso questo messaggio promozionale;-))



Mi sono divertita molto anche se il pensiero poi era fisso lì...



Una serata caruccia, ho riso parecchio e in preda ai fumi dell'alcol, tento di installare il driver della chiave blootooth alle 4 di mattina per trasferire le foto dal cellulare. Troppa fatica, per adesso passo, magari domani! Devo smaltire la birra bevuta nella cucina della festa per finire i fusti aperti, e trinca de chi e trinca de là! si smangiucchiavano salsicce fredde avanzate insieme ai pochi superstiti, staff, e un paio dei ragazzi della band...Alla fine siamo scappate via quando dai canti da bettola, ben accompagnati da sax e fisarmonica, si è finiti ai canti di chiesa e gli alleluja...



la nostra festa non deve finire, non deve finire e non finirà...



buona notte



3396353445tim_it_mms_1650_img2res_2

12 ottobre 2007

Varese, tu mi stupisci!

GelatoMezzoggiorno varesino, vado in centro per un breve tour di commissioni e comincio a passeggiare per le strade in pavè col sole caldo, che per essere a fine ottobre è pure troppo caldo. I capannelli di ragazzi che smangiucchiano, passeggiano, ridono, gridano, ma soprattutto come cavolo si vestono. Mi pare di vedere in giro i Duran Duran e gli Spandau Ballet, l'unica cosa che ancora non è stata azzardata e la spallina tre taglie in più...i fuseaux li ho visti anche ad un ragazzino in canotta! Sono troppo avanti loro! Io non ero mica così trendy ai miei tempi, e neppure adesso a dire il vero!



E lo stupore arriva quando finalmente assaggio il gelato de "Il nuovo modo di fare il gelato". Non ci sono le vaschette di gelato, ma vaschette con: biscotti plasmon, frutti di bosco nello sciroppo, tronky, nippon, marsini, monodose di nutella, ovettini kinder...Si sceglie una base tra crema, fiordilatte o yogurt, poi un paio di quelle cose nella vaschetta e la gelataia ti frulla tutto in un mix delizioso (una specie di Mc Flurry, ma più frullata la roba dentro)... Io ho tentato un Plasmon e Nutella. Mucho gusto!



Altro stupore quando trovo in un vicoletto di B-Boy, writers, skaters, chiamateli come vi pare, la fumetteria! finalmente so che c'è, non me l'ero sognata...e poi un negozietto di abbigliamento "Firmato" in stoch. Roba che non è nel mio genere, jeans sexy woman che a me vanno strettissimi e poi mi complesso, ma magari un giretto poi me lo vado a fare. Insomma questa Verese mi tira fuori le sorpresine quando ormai la vedevo triste e sconsolata...Nulla di chè, ma per una pausa pranzo nel caos degli studenti scioperanti,  non è male.



besitos

il vecchio e la nuova

Corso di apprendistato che si conclude oggi, per quest'anno ho finito. Che nostalgia dell'abiente scolastico mi viene... Ebbene sì, a me la scuola piaceva, non solo l'ITIS che ho frequentato, quell'istituto ha un fascino particolare e credo che la maggior parte dei "Cobianchini" ne conservino un buon ricordo,1400 studenti di media all'anno non son pochi...E quasi tutti lo ricordano con nostalgia, certo lo stress dello studio non si ricorda quasi mai con piacere, ma quei corridoi, gli insegnanti, la Gabry della mensa, le pause-pranzo seduti su quei tavolini bianchi a ripassare, ridere scherzare, le "ronde su e giù" per le scale per vedere il belloccio di passaggio, quarti d'ora a lasciare solchi sul pavimento ripercorrendo lo stesso tour fino al suono della campanella, i caffè e le cioccolate alle macchinette, i pomeriggi al palazzetto dello sport e il giro dei due ponti per il test di resistenza...



Tra l'altro ci sono passata proprio sabato pomeriggio davanti a quell'istituto, mi sembra sempre un pò la mia vecchia casa, del resto trascorrevo più tempo lì che a casa mia facendo due conti...



e adesso finita anche questa pseudo-esperienza istruttiva, gli unici appunti che ho preso sono quelli del decalogo per fare un buon colloquio... Si torna alla vita lavorativa, sperando che cambi presto. Cmq gli ho dato un bel Klimt_danae_2finale improvvisato a questo corso, merenda-party all'ultima ora, con torte Mulino bianco e bibite...



Quanto non mi piace essere diventata grande! Sono nella fase di rifiuto della crescita ultimamente, più me ne accorgo e più mi infastidice, pìù mi infastidisce e più mi ritrovo costretta a cresere, a decidere, ad affrontare...lo dico sottovoce, ma un minimo di entusiasmo sotto sotto c'è per le novità a cui cerco di andare incontro, è che non voglio lasciarmi prendere troppo dagli eventi, perchè non son più una ragazzina! Basta con le cazzate...ma chi le ha mai fatte poi le cazzate?! Vabbè, si fà per dire, intorno al quarto di secolo certe frasi fatte servono a darsi un contegno.



Però Uff!

11 ottobre 2007

accartoccio e riappiccico

Rivedo e correggo una mia leggerezza, la mia sciocca presunzione che se in un momento di crisi scrivo frasi disconnesse e forse offensive chi mi è vicino possa capire qual'è il reale senso, possano giustificare cose non troppo simpatiche.



Mi lascio sfuggire un "cretino" di troppo e penso che sia giustificabile per un mio momento di paturnia. Anche se mi pento subito e mi accorgo che sono un' ingrata, una stupida e vorrei rimangiare tutto perchè quel "cretino" so che in quel contesto ha ferito. E la stessa fitta l'ho sentita anch'io...



Faccio riferimenti a fatti avvenuti durante la giornata e ci costuisco intorno pensieri che so solo io, che non mi va di esplicitare del tutto, perchè ci sarebbero troppe cose da raccontare dietro, senza pensare a come possono essere interpretati.



E poi generalizzo, non credendo, non perchè si menta, ma per mia ignorante diffidenza, spinta dal momento che vivo. Invece, c'è chi è davvero più libero di me, libero mentalmente libero da se stesso e dalle proprie incertezze e paure. Anche quando soffre, forse...



Mi ritrovo da poco accanto una persona eccezionale, che non se la prende, ma cerca di capire, si sforza, mi scarta via la patina sileziosa che ha paura di dire, quella mocciolosa e frignante, e arriva al cuore...Lui che si consola e mi consola delle sue giornate no, dicendomi che non gli frega nulla di ciò che va male,  perchè ha me... E si potrebbe iniziare un comizio sull'accezione di quell'avere. Mi sta bene così!



E' vitamina, un massaggio per la mente, è quel tepore delle giornate grige...e se prima non sapevo cosa volesse dire, adesso so che si può stare anche meglio...



Con questo non voglio e non volevo sminuire nulla e nessuno, c'è chi il meglio lo trova già in se stesso. Ed è davvero bello...

10 ottobre 2007

CRACCRACRICCRECR

Stasera funziono male, mi inceppo e continuo a tirar fuori frasi sconnesse e un pò cattivelle...gira male, troppi pensieri e preoccupazioni...ma di che mi preoccupo - direbbe qualcuno - io ho il mio tesoro!



Si giusto! io ho il mio tesoro ed è bello pensare che ci sia lui, e non un qualunque altro. Proprio lui! Non ci credo a chi dice che sta bene "libera e felice, come una farfalla!", non attacca con me, che di uno slogan per assorbenti ne avevo fatto un motto (che motto eh!), insieme a "chi non mi vuole non mi merita" e "chi mi ama mi segua"... pensavo mi rendesse indipendente e forte far vedere che ero single per scelta, faceva comodo agli altri, solo agli altri...Per fortuna l'ho capito presto!



Eppure stasera gira male, quanto detesto casa mia vuota, con i piatti da lavare, con le magliette del babbo da stirare - 29 magliette ho stirato stasera, ma si può?! Per fortuna mi piace farlo! - con la tele che non fa compagnia ma solo disturbo, con una voce che adoro sentire ma stasera vorrei anche toccare. Gira male perchè se penso a domattina, vorrei solo dormire e continuare a sognare almeno per altri 10 giorni, mi sento lontana lontana, e mi arrabbio, mi infastidisco, per tutto! Mi è baCraccrastato mettere piede in casa per scatenare questo fastidio. sono una piaga stasera, e chiedo scusa a chi mi sopporta...Troppa grazia davvero!



Vado a nanna e cerco di resettarmi un pò, domani altra giornata intensa, senza un attimo per me, si spera in un sorriso consolatorio a fine serata...

9 ottobre 2007

Mi serve un pozzo

eh! insomma, chi vivrà vedrà...nella vita non si sa mai....tutto può succedere...mai dire maik....aspetta e vedrai...vediamo come va...vediamo quello che arriva....



Ho finito tutta la lista di luoghi comuni che ultimamente mi servono da consolazione ma che in realtà poi condivido poco...non so aspettare che gli eventi mi vengano incontro trotterellando e sbatacchiandomi addosso, non tutti perlomeno, non quelli che desidero.



Infatti ho tutto un percorso a tappe bello e preparato da compiere e quello che desidero non è "un vediamo come va", ma un "vorrei davvero che andasse".



Tutti i progetti fatti per settembre sono saltati, ed ora ce ne sono di nuovi e più importanti...Stavolta è per una vera svolta...(che giochino di parole idiota).



Non dico altro...attendo di realizzare le prime tappe basilari del percoso, ci vorrà una bella botta di c...fortuna e poi:



eh! insomma... chi vivrà vedrà...nella vita non si sa mai....tutto può succedere...mai dire maik....aspetta e vedrai...vediamo come va...vediamo quello che arriva....

8 ottobre 2007

Arte culinaria

Ma che annuvolamento...Giornata bigia, e mi sento ovattata da influenza passeggera. Che fatica lavorare oggi, ritmo bradipo.



Il fine settimana è trascorso veloce, come sempre quando si sta bene. Ho anche scoperto di essere una discreta cuochina, un pò ho inventato, ma si dice che in cucina la fantasia aiuta. La mia cavia del cuore ha apprezzato! Oggettivamente credo che le tagliatelle ai funghi fossero leggermente asciutte,infatti poi ho corretto il bis rimasto in padella. Credo anche che il tortino rustico di pasta sfoglia con zucchine e pacetta fosse un pò saporito, volevo farlo delicato, ma ho dimenticato che la pancetta cotta è un pò più salata, per contorno patate al forno ottime!non le ho fatte io... non s'è buttato via nulla, anzi, il mio cavallo di battaglia è venuto bene come sempre, scaloppine al limone... e anche le mozzarelline impanate da me non sono state malaccio.



La mia nonna diceva sempre che in cucina le cose ti vengon buon se sono fatte con amore...Oddio, non saprei,pasticciona come sono! Grande cuoca la mia nonna però: Certe orecchiette!!!e le lasagne....mmmh! che fame!Images



Rientrare a casa oggi sarà dura, come tutti i lunedì da un mesetto a questa parte...la casa vuota anche se ci vivo io, che è tanta roba comunque, mi fa sempre tristezza, sembra ancora più vuota adesso. Stasera per cena insalatona o pastina da malati, a seconda dell'umore! si deve smaltire tutta la roba del weekend, assolutamente!



baciotti



ari

5 ottobre 2007

Sezione acciacchi:

Raffreddore



Mal di testa



Mal di gola



Ma proprio nel fine settimana!?!



l'ASPIRINA MI AIUTERA'!?!



I'm Dreaming Panbaulettob_pac cena a base di:



CON NUTELLA....OVVIO!!!!



Baciotti



ari

4 ottobre 2007

087_2



Happy

3 ottobre 2007

Coincidenze…

Ma che mattinata!!!



A parte il sonno perenne che ormai è diventato di serie....un mese così e sono ancora viva, mi stupisco delle mie capacità fisiche. Potrei fare la panettiera...Eppure ancora tengo botta, ogni tanto mi capita giusto sul treno o sul pullman di cadere in stato di semincoscenza. Fortuna che non guido! Ovviamente ho 2 pesche sotto agli occhi che hai voglia a mettere cucchiaini gelati! mi riprometto di dormire un pochino di pìù domani, vorrei essere presentabile per il fine settimana...



Ma non è questo che volevo raccontare, bensì della mattinata assurda partita con un bicchere rotto prima di uscire di casa, ne segue un rosario di improperi partiti verso una ipotetica donna di facili costumi, mamma del bicchiere!La mia finezza prima delle 7.30 è impareggiabile...



Mi è saltata la colazione dietro casa, perchè gia che ci sono, buttando il bicchiere butto anche la spazzatura, ovvio, e già che ci sono rimetto a posto il bidone del vetro condominale, e già che ci sono faccio una corsa fino alla stazione sennò perdo il treno. La Forrest Gump de noartri insomma!



Poi la mattinata prende una svolta, qualcuno degli astri avversi nel mio segno decide di andare a rompere le palle a qualche altro segno, la ruota gira e Mike Buongiorno non c'entra nulla, di sicuro non trovo un centone per strada, ma dopo essere riuscita a fare colazione al bar della stazione (vedi barista del sorriso, NdR.), e quindi avendo il treno puntuale, tutto si incastra per benino e riesco anche a chiacchierare col nonno fascio e il nonno compagno alla fermata del bus. Bellini che sono! Ma Mussolini e Lenin sono morti vero? mah!?Bus



Salgo sul pulman e una ragazza mi chiama per nome...mi giro e ritrovo il viso di una persona famigliare, famigliare in tutti i sensi, è una cugina di secondo grado...Chi se l'aspettava!non la vedo da anni, vive in un'altra città, non molto lontana da qui, e me la ritrovo sul pullman per andare a lavoro. Che incontri inattesi! Lavorerà per un'azienda nella zona in cui lavoro io, quindi ci vedremo spesso penso. Ma delle volte il destino è proprio strano. Stesso punto di partenza, la mia e la sua città natale, percorsi di vita totalmente differenti, e poi ci si rincontra dopo anni, su un bus qualunque...



Chissà perchè mi fa realizzare positivamente una banalità: che tutto può succedere...però realizzarlo in concreto delle volte è impressionante!