18 agosto 2007

Rassetto

Tomato C'è vento stasera. Come mi rilassa il vento, mi distende...



Giornata sterile. Ogni tanto Mi piace buttar via i giorni così, sola con me stessa e i miei pensieri, con la musica e qualche cazzeggio. Sembrano giorni sprecati, ma in realtà sono momenti faticosi, dedicati alla riflessione. C'è chi va in Tibet a meditare, io lo faccio stesa sul pavimento fresco di casa mia.



Chiudo gli occhi e sono nel deserto, seduta a gambe incrociate, su una duna a guardare l'alba che inizia a scaldare dinuovo la sabbia. Riapro gli occhi e vado a fare la pipì.



Torno sul mio pavimento,chiudo gli occhi e sono su una scogliera bianca, altissima che affaccia sul mare calmo. Piatto come una tavola. i colori sono eccezionanli. Mi alzo per smangiucchaire qualcosa. Stacco un attimo, gironzolo per la casa, si bè.. 2 stanze, guardo se internet offre novità. Nulla di chè...Oh! un mouse a forma di maialino, non me lo posso far mancare!



Torno lì dov'ero prima. chiudo gli occhi e guardo dentro me stessa, c'è confusione, come in una stanza lasciata prima di un appuntamento importante, vestiti sparsi ovunque, disordine generale, il bicchiere di aranciata sul comodino, sorseggiato mentre leggevo la sera prima, le parole che svolazzano nell'aria, le lenzuola stropicciate, i ricordi vicini e lontani, le sensazioni, i sentimenti, ingarbugliati nel porta-gioie con le collane. Mi accorgo di ciò che non combacia, pezzi di puzzle che si incastrano, ma non sono fatti per stare appicicati. Vestiti e ruoli che non mi va più di cucirmi addosso..



Lego i capelli e rimetto in ordine, con calma, una cosa via l'altra. Adesso c'è ancora qualcosa che svolazza qua e là, ma mi sento meglio, non più leggera, ma più ordinata e ripulita dalle cose inutili. Stanca, vado a dormire...



baciotti a tutti



ari



 

Nessun commento:

Posta un commento