31 ottobre 2007

Per niente “Desperate”

Ecco, ci sono, tutto pronto tutto preparato per il ponte in dolce compagnia. Manca solo il pane. Il frigo straborda di cibo che non ho idea di come lo cucinerò, e soprattutto di verdura! Io non me lo ricordo davvero quando il sedano, quello crudo, bianco, fresco, e che sprizza acqua da tutti i pori, ha messo foglia(il piede non cel'ha) in casa mia. E soprattutto nell'intimità del mio frigo! Secondo me mai!  Oggi quel cosotto nano, bianco con lo sportello, non sente più quel vuoto freddo e desolante colmato solo da un tubetto di maionese e un rimasuglio di grana. Oggi il mio frigo Cantaaa!



Faccio la ganza col mio take it easy, e poi... E poi mi prende la frenesia, io le attese non le sopporto soprattutto se aspetto qualcosa di bello, e quindi infilo nel poco tempo libero che ho ottocento impegni e commissioni tutte teikitisy. Mi rendo conto adesso che già da lunedi sono in questo stato emozionale, a lavoro ho smazzato tutto il possibile e l'arretrato della malattia, per tenere la mente occupata, ieri ero agli sgoccioli, poche cose da fare e oggi mi resta solo l'archiviazione e poco altro. teikitisy...



A casa, non si finisce mai: pulisci, lava, stira, cambio stagione, spesa...teikitisy, ovvio! Ieri sera sono riuscita a fare la doccia alle 23,30 e poichè ogni tanto mi tratto bene illudendomi di potermi conservare a modo, la cura del corpo e soprattutto della chioma, richiedono tempo e sacrificio, se non sono di corsa come sempre quando mi doccio mentre contemporanemente lavo i denti, scrivo un sms e qualche volta plin plin... Insomma ieri ho messo la testolina sul cuscino alla 1.20. Per fotuna non è così tutte le sere! Stamattina sveglia alle 6 e già che c'ero ho cambiato anche le lenzuola.



Non mi farei sposare, perchè per sopportarmi ci vuole pazienza infinita, ma giacchè con me stessa ci devo convivere tutta la vita, e forse anche la morte...beh! quasi quasi mi auto-sposoMariarosa_bertolini, finchè morte mi separi! ...oppure no.



mi viene in mente la canzoni del livito Bertolini, un'infanzia traviata dalla bimba che faceva di tutto e di più:



brava brava Mariarosa



ogni cosa sai far tu



qui la vita e sempre rosa



solo quando ci sei tu!



Si, certo, come no!

30 ottobre 2007

Lascia il segno

Un video che mi ha segnata, l'ho rivisto in pausa-pranzo...



...



Niente da fare , sono cose che segnano...



Io Robbie lo volevo nudo, ma non nudo e crudo!



...



Segnata...rivivo il trauma...segnata....

Robbie Williams Rock DJ

Fraseggio

TAKE IT EASY!
Take it easy...
TaKe It EaSy!

quanto mi piace questa frase...detta in inglese scivola sulla lingua veloce e rialassata...è il suono che mi piace. Ricollegato al significato rende proprio bene! Anche in giornate tipicamente autunnali, fatte di grigio e foglie morte, pioggerellina che rompe, freddo-caldo che non si capisce, raffreddori, dolori, cicli, tosse e pasticche che danno l'allergia, attese per questo ponte (x chi riuscirà a farlo), che per quanto mi riguarda sarà tutto all'insegna del take it easy...
oggi che si fa? si fa quello che ci va di fare: si resta a letto tra le coperte a coccolarsi, o si fa shopping in centro...vabbè guardo solo le vetrine, teikidisy..
Parla come mangi!
Si è vero, ma prendila facile, mi inceppa in bocca! già il PR mi infastidisce...e poi bisogna aprire e chiudere la bocca: "prEndilA FAcile"... invece "TEIKidisy" è diverso, è graduale e va giù che è un piacere, come un caffè!



domani la settimana lavorativa volgerà già al termine, ho mille cose da fare prima di domani sera ma:
TAKE IT EASY!?



Lustiges_takeiteasy

29 ottobre 2007

Incubo a rate!

Che nottataccia di incubi, continuavo a svegliarmi per interrompere il sogno, all'inizio ero chiusa in una casa e un assassino, forse un serial killer, mi parlava attraverso un altoparlante e mi spaventava. Poi mi dico, ma no! è un sogno ari, ti svegli lo interrompi e ne fai un'altro più carino. Dai, pensa a qualcosa di bello.. Rientro nello stesso sogno, stavolta sono fuori dalla casa, in garage con l'FBI, e c'è una ragazza che è rinchiusa nell'abitazione vittima di un una voce che le fa degli indovinelli. Mi prendeva l'angoscia lo stesso, volevo andare via, avevo paura che questo killer facesse fuori tutti!
Mi risveglio. Penso a qualcosa di bello, penso a qualcosa di bello...ritorno in questo cacchio di incubo. Ma io me n'ero andata! me lo ricordo bene, mi ero fatta dare un passaggio per andare via dalla casa! Porcoggiuda, mi ci riportano perchè io sono l'unica che può risolvere l'indovinello e salvarla, tra l'altro io non la conoscevo neppure sta ragazza!
Per fortuna ha suonato la sveglia!



Interpretazione del sogno??? Boh!



Causa dei brutti sogni?
...O i caloriferi rimasti accessi tutta notte che mi facevano un caldo!!!



...O perchè ieri ho visto Dario Argento in TV (sono piuttosto sensibile, io gli horror non li posso vedere)



... oppure, Cesara Marretti mannaggia! ho segato la frittata con le patate. E' venuta una poltiglia di patate cotte in padella, una specie di ripieno delle crocchette spappolato e un pò rosolato. Buonino eh!L'ho mangiato lo stesso, ovvio! ;-P 



Forse era un pò pesante?

I’m waiting….

Waiting_for_you_by_edoaja



Aspetto il mio cielo in una stanza,



il piacere di addormentarmi col sorriso sulle labbra,



di chiudere gli occhi e sapere che l'attesa è breve,



la meraviglia infinita di ritrovarti qui, di essere tra quelle braccia che infrangono ogni mia difesa,



mi fai sentire bene, leggera, serena.



Aspetto...

27 ottobre 2007

Arte? e la cultura?

Non ho mai pubblicato nulla rigurda ai poveri animali abbandonati, maltrattati nei canili, vivisezionati, uccisi brutalmente per una pelliccia. Questa volta la mail che ho ricevuto, una delle tante che girano a catena, in genere le cestino senza leggerle, di sicuro non le giro, mi ha toccato particolarmente.



Premesso che rispetto ogni forma d'arte, che possa piacere o no, possa essere o meno  di cattivo gusto, cito Cattellan tra tutti, con i manichini di bimbi impiccati in P.zza Cinque Giornate, può scandalizzare di certo, ma questa mi lascia basita, è agghiacciante e non è ARTE.



NON E' ARTE questa:





28vzl0z_3 Un fantomatico artista, non so chi lo possa definire tale, espone alla alla mostra "Bienal Centroamericana Honduras" questo cane legato ad una corda, ammalato, lasciato a morire di fame sotto gli occhi di tutti i visitatori della mostra. Lo scopo del "pezzo" è la sua morte! Di psicopatici ce ne sono parecchi in giro, non mi stupisco più, ma che una mostra permetta di esporre uno scempio simile mi sconvolge. Non voglio parlare di tutte le forme di crudeltà inflitte dall'uomo alle bestie, dovrei mettermi a discutere di ciò che l'uomo fa ai suoi simili, di ciò che accade ai bimbi mutilati o morti per le mine a causa dell'uomo stesso. Ci sentiamo impotenti di fronte alle guerre, di fronte alle multinazionali che producono armi, alle industrie che sottopongono animali a vivisezione e test tremendi, ma i cosmetici in borsa poi non ci mancano mai. E non si può far nulla contro la caccia alla volpe, al defino, alla balena, alla foca, ammenocchè non si è attivisti di greenpeace, e non mi frega un cazzo se la sciura si mette la pelliccia, non condivido, ma la rispetto...volendo ironizzare; se devo sceglire tra vedere una donna impellicciata e un manifesto con la Ripa di Meana con tanto di barbisa in bella mostra... beh!



Ma mi sconvolge che al giorno d'oggi si lascia che avvenga una cosa simile sotto i propri occhi, insomma non ci capisco una mazza di arte contemporanea, neanche in quella meno recente sono una cima, ma lì a quella cazzo di mostra, dove hanno permesso tutti che quel cane morisse di fame quanta gente c'è stata? quanta ha visto? quanta ha permesso che accadesse?293ty5l 



E' l'indifferenza che mi sconvolge! Vogliamo la pace nel mondo, ma si fa fatica a mantenerla in casa, e giustifichiamo con i coinvolgimenti sentimentali, ma questa era una mostra d'arte!nessun coinvolgimento, solo un briciolo di umanità...Laddove non si era affatto impotenti.



C'è un link dove si puo firmare una petizione affinchè questo tizio non esponga più alla biennale, ve lo metto ed ho firmato, ma si potrebbe fare molto meno per impedire certe cose, a partire da chi organizza gli eventi artistici. Visto che in questo caso, a quanto pare, si parla di "arte".



http://www.petitiononline.com/13031953/petition.html 

25 ottobre 2007

L-O-V-E

Love_2 Mi sveglio tardi stamattina, sono ammalata! Che bellezza! No, non il fatto che io sia ammalata, ma svegliarmi alle 10.30 di giovedì mi pare irreale. Faccio colazione con calma, caffelatte una, dico, 1 fetta pane e nutella. Bagno, radio Deejay e Joss Stone che canta LOVE, cover del grande Nat King Kole, mi preparo per andare in posta, passo in banca a vedere il saldo del conto, cambio tutto mi modernizzo ed ho pure l'accesso internet. Mi versassero anche un bonifico come premio fedeltà, non sarebbe male! Sarà il freddo e la voglia di rimettere il mio bellissimo cappottino nero doppiopetto con cinturone a vita bassa, sara la giornata grigia, sarà l'influenza che spinge al divano-coperta-thè caldo, la canzone cantata da Joss Stone, la zucca che ho comprato e che non vedo l'ora di trovare una ricetta per prepararla: (alla mia "Cesara Marretti di adozione" la zucca non piace, mi fa la polenta ma sulla zucca dobbiamo rivolgerci altrove, Maremma!), sarà che tutto sommato mi sento serena e stare lontana dal lavoro fa la sua parte, oppure il fim anni '50 di oggi pomeriggio...



Anche se il Natale lo detesto cordialmente, oggi me n'è proprio venuta voglia. Stavo quasi pensando di tirare già fuori l'armamentario per l'albero, di proporre le luminarie in giro, nei negozi già la roba invernale, e se la domenica iniziano a mettere le musiche natalizie col megafono in piazza a Verbania...



Troppo presto, troppo presto...però la metto lo stesso la canzone, perchè fa atmosfera calda e coccolosa. Ci stà! Oggi ci sta! Perchè ho voglia di abbracciare i malmostosi, gli sfavati, a chi si annoia, chi è un pò giù perchè si preoccupa, e poi fa pensieri strani, chi ha avuto problemi con i treni e quindi ha fatto un viaggio de mierda, chi sta a Roma e mi consiglia anche da lì, chi mi vorrebbe star più vicino da qui, chi sta lontano da casa in un'altra nazione (a me la Francia non ispira simpatia, ma Pepè la puzzola sì)...oggi mi sento così.



baciotti influenzali a todos 

24 ottobre 2007

Sogni di gloria…

Incredibile che con un contratto di apprendistato, (grazie a dio ce l'ho!), se mi ammalo la mia retribuzione è dimezzata...



Incredibile che il mio capo mi minacci, ogni qual volta le cose non gli vanno a genio, che non mi rinnoverà il contratto - tanto sto cercando altrove!



Incredibile che, sempre il mio capo (che sono 2 ma li identifico in un'unica entità), pensi che mi debba piacere stare nel suo ufficio al seminterrato, al freddo, sola tutto il giorno per fortuna, se l'alternativa è la sua compagnia, e fin qui non mi lamenterei, ma soprattutto ad essere trattata a pesci in faccia da lui a seconda delle sue frustrazioni. Anche sessuali direi! Perchè uno che fa battute a sfondo sessuale in continuazione, e che parla di MAZZA e di dimensioni di quest'ultima ogni 2 x 3, qualche perplessità me la lascia



Incredibile che, nonostante per la mia influenza siano stati prescritti gli antibiotici (contenta bb?), nonostante mi siano stati dati appena 2 giorni di malattia, quest'entità abbia la faccia di culo di chiedermi di avvisarlo se sto meglio primaFaccia20da20culo.



...premuroso?no, fuori di testa!



E' antisindacale!



E se mi faccio male sul posto di lavoro durante la malattia, chi mi paga!?!



Da non trascurare che verrei retribuita al 60%!!! Certo, verrò per la gloria!!!



eh!beh! perchè non chiedermi di mangiare anche un paio di sassi???

23 ottobre 2007

Ma peeeeeecchè?…dico io

Tweety CHI E' STATO?!?



Porca zozza, ho l'influenza anch'io!



Breve elenco per rendere partecipe il mondo intero, del tutto disinteressato ai miei acciacchi:



raffreddore, tosse, mal di gola, voce dall'Otretomba, mal di testa perchè mi soffio il naso troppo spesso e troppo forte (uscirà anche quel poco di cervello se continuo così..) e probabile febbre in arrivo grazie alle tonsille...



Save meeeee....



Somebody  save me....

22 ottobre 2007

Aria nuova

Ec Mi perdo un pò pensando ad un fine settimana tanto atteso e gia concluso, ricco di nuove scoperte, coccolata e viziata...sensazioni piacevoli date da piccoli gesti semplici e forse banali, atti pratici di una quotidianità che per ora non mi appartiene. Cucinare insieme, andare al centro commerciale mano nella mano, tra la gente, incontrare i suoi amici e ritrovarlo seduto accanto a me sul divano con uno sguardo che dice più di quanto si possa esprimere a parole...E poi il freddo che riunisce tutti in un appartamento a suonare la chitarra e a cantare, anche se non conosco quasi nessuno non mi sento sola, c'è una mano affettuosa che mi accarezza e mi mette a mio agio,  un pò spaesata forse, ma è piacevole sentire un clima accogliente che cerca di coinvolgere, si ride tanto ed io mi sento bene. Ci avviciniamo con i pensieri fino ad interpretare ogni minima variazione nel mio sguardo o in una sua frase. Si impara a leggersi e a capirsi...



Mi ritrovo a definire con maggiore chiarezza un progetto che cambierebbe di molto la mia vita, un progetto che è stato definito sogno. Ed è per me troppo strano pensare che se voglio e  se rischio, è un sogno che questa volta potrei realizzare veramente, un sogno che potrebbe anche crescere. Proprio io che forse, per me stessa, non ho mai desiderato di realizzare davvero nulla. Ho sempre lasciato che restassero mete distanti, stelle lontane che non si possono toccare. Gli obbiettivi raggiunti nella mia vita sono stati spinti più dal bisogno, dalle necessità, o dal desiderio di non deludere i miei. E senza qualcuno accanto che mi incoraggia, che mi dà la propria disponibilità, senza chi mi fa capire che ne ho le capacità, che mi aiuta a tirare fuori una grinta sopita per tanto tempo, sommersa dalle mille insicurezze insinuate sotto la mia pelle. Probabilmente ora sarei ancora nel panico e presto avrei rinunciato.



Invece, voglio andare avanti, questa volta lo desidero per me stessa, per dare alla mia vita quel senso che non ho mai imboccato, per stare meglio...



grazie

19 ottobre 2007

Alba, io sto aspettando il tramonto…

31albarossaSveglia all'alba, anzi no, nessuna alba quando mi sono svegliata io.



C'erano ancora le stelle quando sono uscita di casa con tanto di valigiotto al seguito svegliando tutto il paesiello con le rotelle sull'asfalto, quindi per me era notte fonda.



Poi l'alba arriva lungo il tragitto, un sorriso nella mente, e i colori del cielo che si fondono; l'azzurro intenso si schiarisce nel giallino che affonda nell'arancio e si mescola nel rosa intenso...e io ho sempre quel sorriso in mente e la palpebra calante...parecchio calante, e dire che stamattina ho bagnato gli occhi con l'acqua fredda, soprattutto per sgonfiarli. La Panicucci consigliava di posarci sopra i cucchiani dopo averli lasciati un pochino in frigo.....un consiglio dell'Ari: NON SI PUO' FARE!



Continuando il mio tragitto rilassato, non rilassante, con Anouk che mi canticchia in Unplugget dall'Ipod, arrivo in ufficio, vedo(...), lascio il valigiotto ed esco a fare colazione...e dentro me nasce ed è ancora acerba una parolina che non ha forma, rientro in ufficio, rivedo(...)quel sorriso si dissolve rapidamente dopo poche battute e ancora più rapidamente quella parolina matura, cresce in rapidità! Diventa una parola enorme, brutta, ma altamente liberatoria, quando quell'essere esce dalla porta finalmente esplode LA parola che inzia per V e finisce con AFFANCULO anzi, con l'eco:



ma VAFFANCULO ULO ULO ULO...                   seguito da una nuvoletta di punti esclamativi      !!!!!



Ooooh!



Scusate la volgarità, ma anche a una "persona fine" come me è concesso, quando ce vò ce vò!



Per fortuna il finale di giornata si prospetta decisamente migliore...decisamente. E venerdì!

16 ottobre 2007

SCROSCSSSH…

Rubinetto20doccia Lavaggio?



Risciaquo?



Psycho?



Pioggia calda?



Relax?



Sex?



Pulizia?



Freschezza?



MEDITO, PENSO, SOGNO, RICORDO, DESIDERO...



Stasera di più non so dire, sono contenta di aver trovato la versione di "Aria" della Nannini che volevo e adesso chiudo gli occhi e mi lascio cullare dalla melodia, dalle parole, mai così vere e belle...una leggera stretta allo stomaco.



Serve Aria.



Serve un abbraccio, la doccia l'ho gia fatta!

14 ottobre 2007

Oktober Stì - polli e gallini

Sabato sera che rischiavo di trascorrere a casa in compagnia della Maria....De Filippi,  ovviamente... a rimpiangere di non essere fuggita a Firenze.



Invece, salvata in extremis dalla Barbara, mi ritrovo all'Oktober Stì - Cittiglio (VA) - a bere birra, cantare in piedi sulle panche insieme a "The McChicchen",non il panino della famosa catena fast food, ma una favolosa band specializzata in canzoni da Oktober fest riarrangiate in chiave rock, Rocktober appunto! Davvero bravi e coinvolgenti! (avevo promesso questo messaggio promozionale;-))



Mi sono divertita molto anche se il pensiero poi era fisso lì...



Una serata caruccia, ho riso parecchio e in preda ai fumi dell'alcol, tento di installare il driver della chiave blootooth alle 4 di mattina per trasferire le foto dal cellulare. Troppa fatica, per adesso passo, magari domani! Devo smaltire la birra bevuta nella cucina della festa per finire i fusti aperti, e trinca de chi e trinca de là! si smangiucchiavano salsicce fredde avanzate insieme ai pochi superstiti, staff, e un paio dei ragazzi della band...Alla fine siamo scappate via quando dai canti da bettola, ben accompagnati da sax e fisarmonica, si è finiti ai canti di chiesa e gli alleluja...



la nostra festa non deve finire, non deve finire e non finirà...



buona notte



3396353445tim_it_mms_1650_img2res_2

12 ottobre 2007

Varese, tu mi stupisci!

GelatoMezzoggiorno varesino, vado in centro per un breve tour di commissioni e comincio a passeggiare per le strade in pavè col sole caldo, che per essere a fine ottobre è pure troppo caldo. I capannelli di ragazzi che smangiucchiano, passeggiano, ridono, gridano, ma soprattutto come cavolo si vestono. Mi pare di vedere in giro i Duran Duran e gli Spandau Ballet, l'unica cosa che ancora non è stata azzardata e la spallina tre taglie in più...i fuseaux li ho visti anche ad un ragazzino in canotta! Sono troppo avanti loro! Io non ero mica così trendy ai miei tempi, e neppure adesso a dire il vero!



E lo stupore arriva quando finalmente assaggio il gelato de "Il nuovo modo di fare il gelato". Non ci sono le vaschette di gelato, ma vaschette con: biscotti plasmon, frutti di bosco nello sciroppo, tronky, nippon, marsini, monodose di nutella, ovettini kinder...Si sceglie una base tra crema, fiordilatte o yogurt, poi un paio di quelle cose nella vaschetta e la gelataia ti frulla tutto in un mix delizioso (una specie di Mc Flurry, ma più frullata la roba dentro)... Io ho tentato un Plasmon e Nutella. Mucho gusto!



Altro stupore quando trovo in un vicoletto di B-Boy, writers, skaters, chiamateli come vi pare, la fumetteria! finalmente so che c'è, non me l'ero sognata...e poi un negozietto di abbigliamento "Firmato" in stoch. Roba che non è nel mio genere, jeans sexy woman che a me vanno strettissimi e poi mi complesso, ma magari un giretto poi me lo vado a fare. Insomma questa Verese mi tira fuori le sorpresine quando ormai la vedevo triste e sconsolata...Nulla di chè, ma per una pausa pranzo nel caos degli studenti scioperanti,  non è male.



besitos

il vecchio e la nuova

Corso di apprendistato che si conclude oggi, per quest'anno ho finito. Che nostalgia dell'abiente scolastico mi viene... Ebbene sì, a me la scuola piaceva, non solo l'ITIS che ho frequentato, quell'istituto ha un fascino particolare e credo che la maggior parte dei "Cobianchini" ne conservino un buon ricordo,1400 studenti di media all'anno non son pochi...E quasi tutti lo ricordano con nostalgia, certo lo stress dello studio non si ricorda quasi mai con piacere, ma quei corridoi, gli insegnanti, la Gabry della mensa, le pause-pranzo seduti su quei tavolini bianchi a ripassare, ridere scherzare, le "ronde su e giù" per le scale per vedere il belloccio di passaggio, quarti d'ora a lasciare solchi sul pavimento ripercorrendo lo stesso tour fino al suono della campanella, i caffè e le cioccolate alle macchinette, i pomeriggi al palazzetto dello sport e il giro dei due ponti per il test di resistenza...



Tra l'altro ci sono passata proprio sabato pomeriggio davanti a quell'istituto, mi sembra sempre un pò la mia vecchia casa, del resto trascorrevo più tempo lì che a casa mia facendo due conti...



e adesso finita anche questa pseudo-esperienza istruttiva, gli unici appunti che ho preso sono quelli del decalogo per fare un buon colloquio... Si torna alla vita lavorativa, sperando che cambi presto. Cmq gli ho dato un bel Klimt_danae_2finale improvvisato a questo corso, merenda-party all'ultima ora, con torte Mulino bianco e bibite...



Quanto non mi piace essere diventata grande! Sono nella fase di rifiuto della crescita ultimamente, più me ne accorgo e più mi infastidice, pìù mi infastidisce e più mi ritrovo costretta a cresere, a decidere, ad affrontare...lo dico sottovoce, ma un minimo di entusiasmo sotto sotto c'è per le novità a cui cerco di andare incontro, è che non voglio lasciarmi prendere troppo dagli eventi, perchè non son più una ragazzina! Basta con le cazzate...ma chi le ha mai fatte poi le cazzate?! Vabbè, si fà per dire, intorno al quarto di secolo certe frasi fatte servono a darsi un contegno.



Però Uff!

11 ottobre 2007

accartoccio e riappiccico

Rivedo e correggo una mia leggerezza, la mia sciocca presunzione che se in un momento di crisi scrivo frasi disconnesse e forse offensive chi mi è vicino possa capire qual'è il reale senso, possano giustificare cose non troppo simpatiche.



Mi lascio sfuggire un "cretino" di troppo e penso che sia giustificabile per un mio momento di paturnia. Anche se mi pento subito e mi accorgo che sono un' ingrata, una stupida e vorrei rimangiare tutto perchè quel "cretino" so che in quel contesto ha ferito. E la stessa fitta l'ho sentita anch'io...



Faccio riferimenti a fatti avvenuti durante la giornata e ci costuisco intorno pensieri che so solo io, che non mi va di esplicitare del tutto, perchè ci sarebbero troppe cose da raccontare dietro, senza pensare a come possono essere interpretati.



E poi generalizzo, non credendo, non perchè si menta, ma per mia ignorante diffidenza, spinta dal momento che vivo. Invece, c'è chi è davvero più libero di me, libero mentalmente libero da se stesso e dalle proprie incertezze e paure. Anche quando soffre, forse...



Mi ritrovo da poco accanto una persona eccezionale, che non se la prende, ma cerca di capire, si sforza, mi scarta via la patina sileziosa che ha paura di dire, quella mocciolosa e frignante, e arriva al cuore...Lui che si consola e mi consola delle sue giornate no, dicendomi che non gli frega nulla di ciò che va male,  perchè ha me... E si potrebbe iniziare un comizio sull'accezione di quell'avere. Mi sta bene così!



E' vitamina, un massaggio per la mente, è quel tepore delle giornate grige...e se prima non sapevo cosa volesse dire, adesso so che si può stare anche meglio...



Con questo non voglio e non volevo sminuire nulla e nessuno, c'è chi il meglio lo trova già in se stesso. Ed è davvero bello...

10 ottobre 2007

CRACCRACRICCRECR

Stasera funziono male, mi inceppo e continuo a tirar fuori frasi sconnesse e un pò cattivelle...gira male, troppi pensieri e preoccupazioni...ma di che mi preoccupo - direbbe qualcuno - io ho il mio tesoro!



Si giusto! io ho il mio tesoro ed è bello pensare che ci sia lui, e non un qualunque altro. Proprio lui! Non ci credo a chi dice che sta bene "libera e felice, come una farfalla!", non attacca con me, che di uno slogan per assorbenti ne avevo fatto un motto (che motto eh!), insieme a "chi non mi vuole non mi merita" e "chi mi ama mi segua"... pensavo mi rendesse indipendente e forte far vedere che ero single per scelta, faceva comodo agli altri, solo agli altri...Per fortuna l'ho capito presto!



Eppure stasera gira male, quanto detesto casa mia vuota, con i piatti da lavare, con le magliette del babbo da stirare - 29 magliette ho stirato stasera, ma si può?! Per fortuna mi piace farlo! - con la tele che non fa compagnia ma solo disturbo, con una voce che adoro sentire ma stasera vorrei anche toccare. Gira male perchè se penso a domattina, vorrei solo dormire e continuare a sognare almeno per altri 10 giorni, mi sento lontana lontana, e mi arrabbio, mi infastidisco, per tutto! Mi è baCraccrastato mettere piede in casa per scatenare questo fastidio. sono una piaga stasera, e chiedo scusa a chi mi sopporta...Troppa grazia davvero!



Vado a nanna e cerco di resettarmi un pò, domani altra giornata intensa, senza un attimo per me, si spera in un sorriso consolatorio a fine serata...

9 ottobre 2007

Mi serve un pozzo

eh! insomma, chi vivrà vedrà...nella vita non si sa mai....tutto può succedere...mai dire maik....aspetta e vedrai...vediamo come va...vediamo quello che arriva....



Ho finito tutta la lista di luoghi comuni che ultimamente mi servono da consolazione ma che in realtà poi condivido poco...non so aspettare che gli eventi mi vengano incontro trotterellando e sbatacchiandomi addosso, non tutti perlomeno, non quelli che desidero.



Infatti ho tutto un percorso a tappe bello e preparato da compiere e quello che desidero non è "un vediamo come va", ma un "vorrei davvero che andasse".



Tutti i progetti fatti per settembre sono saltati, ed ora ce ne sono di nuovi e più importanti...Stavolta è per una vera svolta...(che giochino di parole idiota).



Non dico altro...attendo di realizzare le prime tappe basilari del percoso, ci vorrà una bella botta di c...fortuna e poi:



eh! insomma... chi vivrà vedrà...nella vita non si sa mai....tutto può succedere...mai dire maik....aspetta e vedrai...vediamo come va...vediamo quello che arriva....

8 ottobre 2007

Arte culinaria

Ma che annuvolamento...Giornata bigia, e mi sento ovattata da influenza passeggera. Che fatica lavorare oggi, ritmo bradipo.



Il fine settimana è trascorso veloce, come sempre quando si sta bene. Ho anche scoperto di essere una discreta cuochina, un pò ho inventato, ma si dice che in cucina la fantasia aiuta. La mia cavia del cuore ha apprezzato! Oggettivamente credo che le tagliatelle ai funghi fossero leggermente asciutte,infatti poi ho corretto il bis rimasto in padella. Credo anche che il tortino rustico di pasta sfoglia con zucchine e pacetta fosse un pò saporito, volevo farlo delicato, ma ho dimenticato che la pancetta cotta è un pò più salata, per contorno patate al forno ottime!non le ho fatte io... non s'è buttato via nulla, anzi, il mio cavallo di battaglia è venuto bene come sempre, scaloppine al limone... e anche le mozzarelline impanate da me non sono state malaccio.



La mia nonna diceva sempre che in cucina le cose ti vengon buon se sono fatte con amore...Oddio, non saprei,pasticciona come sono! Grande cuoca la mia nonna però: Certe orecchiette!!!e le lasagne....mmmh! che fame!Images



Rientrare a casa oggi sarà dura, come tutti i lunedì da un mesetto a questa parte...la casa vuota anche se ci vivo io, che è tanta roba comunque, mi fa sempre tristezza, sembra ancora più vuota adesso. Stasera per cena insalatona o pastina da malati, a seconda dell'umore! si deve smaltire tutta la roba del weekend, assolutamente!



baciotti



ari

5 ottobre 2007

Sezione acciacchi:

Raffreddore



Mal di testa



Mal di gola



Ma proprio nel fine settimana!?!



l'ASPIRINA MI AIUTERA'!?!



I'm Dreaming Panbaulettob_pac cena a base di:



CON NUTELLA....OVVIO!!!!



Baciotti



ari

4 ottobre 2007

087_2



Happy

3 ottobre 2007

Coincidenze…

Ma che mattinata!!!



A parte il sonno perenne che ormai è diventato di serie....un mese così e sono ancora viva, mi stupisco delle mie capacità fisiche. Potrei fare la panettiera...Eppure ancora tengo botta, ogni tanto mi capita giusto sul treno o sul pullman di cadere in stato di semincoscenza. Fortuna che non guido! Ovviamente ho 2 pesche sotto agli occhi che hai voglia a mettere cucchiaini gelati! mi riprometto di dormire un pochino di pìù domani, vorrei essere presentabile per il fine settimana...



Ma non è questo che volevo raccontare, bensì della mattinata assurda partita con un bicchere rotto prima di uscire di casa, ne segue un rosario di improperi partiti verso una ipotetica donna di facili costumi, mamma del bicchiere!La mia finezza prima delle 7.30 è impareggiabile...



Mi è saltata la colazione dietro casa, perchè gia che ci sono, buttando il bicchiere butto anche la spazzatura, ovvio, e già che ci sono rimetto a posto il bidone del vetro condominale, e già che ci sono faccio una corsa fino alla stazione sennò perdo il treno. La Forrest Gump de noartri insomma!



Poi la mattinata prende una svolta, qualcuno degli astri avversi nel mio segno decide di andare a rompere le palle a qualche altro segno, la ruota gira e Mike Buongiorno non c'entra nulla, di sicuro non trovo un centone per strada, ma dopo essere riuscita a fare colazione al bar della stazione (vedi barista del sorriso, NdR.), e quindi avendo il treno puntuale, tutto si incastra per benino e riesco anche a chiacchierare col nonno fascio e il nonno compagno alla fermata del bus. Bellini che sono! Ma Mussolini e Lenin sono morti vero? mah!?Bus



Salgo sul pulman e una ragazza mi chiama per nome...mi giro e ritrovo il viso di una persona famigliare, famigliare in tutti i sensi, è una cugina di secondo grado...Chi se l'aspettava!non la vedo da anni, vive in un'altra città, non molto lontana da qui, e me la ritrovo sul pullman per andare a lavoro. Che incontri inattesi! Lavorerà per un'azienda nella zona in cui lavoro io, quindi ci vedremo spesso penso. Ma delle volte il destino è proprio strano. Stesso punto di partenza, la mia e la sua città natale, percorsi di vita totalmente differenti, e poi ci si rincontra dopo anni, su un bus qualunque...



Chissà perchè mi fa realizzare positivamente una banalità: che tutto può succedere...però realizzarlo in concreto delle volte è impressionante!

Tu Sei

"E’ già mattino le stelle vanno via
e com’è triste il ritorno sento che già mi mancherai
sul mio cuscino lascerò addosso il tuo odore
per non dimenticare mai momenti da mille parole
vorrei essere il tuo pensiero più ricorrente tra tanta gente
riuscire a sentirmi più vicino a te
ma sono impaziente
stringerti è l’unica cosa che possa colmare l’istante
resto sospeso in attesa che arrivi tu
Tu sei le cose tra quelle cose
che mi appartengono da sempre eppure resteranno sempre nuove storie
tra quelle cose che io non ho mai chiesto a nessuno
e invece tu me le hai volute proprio regalare..."



Ebbene si! sono sdolcinata anch'io, lo ammetto, ma un'amica mi aveva chiesto se mi sento "il cuore rind'o'zucchero"...zucchero a velo però, non appiccica!



eh! esattamente! proprio così!



 

1 ottobre 2007

Grande Mago! ovvero…

Mi sono spesso detta anni fa che avrei voluto vedere Firenze. Mi affascinava, l'arte, la cultura, la gente, la cucina...Nelle varie gite scolastiche Firenze e Siena sono tra le più quotate, eppure a me non è mai capitato fino a quest'estate. C'è da dire che in una sciocca gitarella tra adolescenti poco si sa apprezzare la bellezza di quelle zone.



Qundo si dice che è il destino, io ci credo. In fondo chi me lo doveva dire che a Firenze mi sarei sentita così bene, che proprio lì avrei incontrato delle persone meravigliose. Che la gente bella è cosa rara, ma bella lo resta a prescindere dal luogo nel quale la incontri.Resta il fatto che a me è capitato proprio lì di conoscere chi mi ha fatto sentire apprezzata per motivi a me sconosciuti, e mi ha dato la possibilità di risollevarmi da terra senza chiedere nulla in cambio.



E sempre lì mi sta accadendo una delle cose più belle che possano accadere al cuore umano,(per gli animali non so come vadano le cose, ma secondo me Aisha sa amare...Ndr). Il batticuore, le ali ai piedi, sentirsi leggeri e non avere timore di abbracciare, baciare, il piacere di sentire il tocco della pelle nuda a contatto con la tua, il contatto della mano, delle dita tra le dita, la carezza, l'intesa, la continua ricerca dello sguardo di qualcuno che fino a poco tempo fa era uno sconosciuto, è l'innamoramento. Ecco cos'è! Cosa rara, perchè a me gli estranei che mi toccano il braccio o la mano mentre parlo, sarà pure la ricerca di un contatto confidenziale, ma mi mettono in imbarazzo e delle volte mi infastidisce questa invasione degli spazi.



Tornando a Firenze,bè questa sera più che tornare lì torno DA lì, torno da me, al lago che comincio a sentire meno mio, anche se non mi è mai appartenuto a tutti gli effetti, alla mia casa vuota e ai miei pasti orrendi...Si spegne la magia creata in quella città, in quella casa, con quelle persone, in quella stanza con la persona che mi fa stare tanto bene....



Ma il grande Mago allora dov'è?! quel Magone era con me sul treno che mi portava a casa,era con noi in macchina, nel tragitto verso la stazione, era dietro i miei occhiali da sole tra le lacrime, era sul sorriso spento di chi non teme le distanze se si sa come accorciarle, ma detesta le partenze, ed è qui adesso, chiuso in un nodo alla gola che stasera non riesco a sciogliere.



Domani se ne va. Lo caccio via...



Domani la magia si spegne, ma resta fresca e chiara nei ricordi, nelle attese, nei pensieri, nelle chiacchierate notturne, nel mio cuore...



Adesso vado a dormire...voglio continuare a sognare ancora un pò...



buona notte



ari