29 novembre 2007

Mixer

Img_7636_2 Oooooooh!LA TORTA DI MELE è PRONTA!



Ho anche fatto una tortina più piccina di prova, per assaggiarla, questa parte per Firenze...E' anche buona! Perlomeno la metà che ho assaggiato io.



Si, perchè l'è accaduto un piccolo incidente: ho ben pensato (quando mai la penso bene!?), di infornarle insieme, ma dato che sullo stesso ripiano non ci stavano, ho straben pensato di posare la piccina in bilico sul bordo della tortiera grande e di accostarla alla parete del forno.



Non ho calcolato il dettaglio che si sarebbe, maremma ladra,inclinata con effetto Tzunami. Metà alta e metà...bassa, decisamente bassa... Non ci sarebbe stato problema fino a quando non ho deciso di passare anche lei sul ripiano alto per farla dorare. Intanto che fotografavo la bellezza di codesta tortona, con tanto di firma del mio dito (si capisce che è il mio dito perchè c'è il fiore, ovviamente), indecisa se mettere a fuoco la mia meravigliosa torta o il mio meraviglioso dImg_7637ito... C'èra qualcos'altro che stava per andare a fuoco...puzza di bruciato, corro dalla tortina d'assaggio! eeeeeeh....la parte bassa dello Tzunami è sfumata sul nero...



Io la ritengo un'opera d'arte anche quella! La parte mancante è quella alta che ho mangiato per capire che è venuta buona! ;-)



Sono soddisfazioni!!!



Vado a vedere Benigni và!

28 novembre 2007

TV scontata, anzi, gratuita. Gliela tirerei dietro..

Cielo grigio su, foglie gialle giù...sognando Fantaghirò...Photo_1448164_thumb



Adesso partirà un lancio di ortaggi e frutta marcia, ma a me con questo tempo, con il Natale che si avvicina, e tra una decina di giorni si prepara l'albero (mi tocchera tirare avanti il frigo e recuperare dal sottoscala l'albero di Natale), sarà anche perchè il pomeriggio a casa mi capita così di rado; insomma io oggi vorrei divano, the caldo, copertina e Fantaghirò! Uno a caso dei 5-6-7, ma quanti ne ha fatti la Martinez??? Tanto me li sono sempre ciupati tutti e tutte le volte che li davano in tv. E' una droga demenziale, la strega cattiva, la fata, sassi, alberi e animali che parlano...una boiata immonda per una 24enne, ma a me oggi va così! Desiderio recondito di ritorno all'infanzia, sarà la storia del fanciullino interiore, mettiamola così... Che ci posso fare?



Vabbè intanto la mia stampante non stampa, il vecchio PC non funziona più, si riavvia all'infinito, come un vecchio che si dimentica che stava dicendo e ricomincia da capo il discorso; lo stacco definitivamene ponendo fine alle sue sofferenze da demenza senile. Colgo l'occasione per ridare un senso alla palla deforme che erano diventati i cavi del computer, e fare ripartire la webcam che, invece, è in sciopero.



Poi mi prendo un film, perchè il trash della De Filippi si affronta solo una volta per gioco...Quando scopro che a distanza di un anno e mezzo c'è ancora il biondo, ex-di Melita, sento che sto raschiando il fondo, ho l'esatta definizione di patetico. Possibile che sto bambolotto non trova uno straccio di donna decente??? e soprattutto, possibile che tutti credano che se la debba per forza cercare in TV??? Dinnanzi a tanta tristezza Fantaghirò vincerebbe alla grande!



Vabbè vabbè, cercherò un film decente comunque... nessuna boiata!

27 novembre 2007

Capita anche nelle “migliori” famiglie

175012175uniqueposters_3 Giornata no, e forse qualcuno lo ha già capito ampiamente, mi spiace davvero tanto, ma oggi è il compleanno del mio babbo e purtroppo non sono riuscita a festeggiarlo come avrei voluto; faccio già così poco per lui. E i rapporti sono così delicati tra di noi: nessuna frase esplicita,un equilibrio precario dove l'affetto lo si dimostra solo così, con piccole cose...E poi ci sono tanti altri problemi che coinvolgono la mia strana famiglia, strana ma neanche poi tanto diversa da altre...



Mi sento in colpa per un festeggiamento mancato, per un regalo non dato, per un pollo con le patate portato a domicilio, preparato proprio per cenare assieme, che non ho ancora avuto neppure il coraggio di mangiare...Mi si chiude lo stomaco quando le giornate vanno così. Non era la Montagna che doveva andare da maometto questa volta.



E vado fuori fase quando ci sono cose che mi preoccupano e non posso fare nulla per rimediare, non posso alleviare o alleggerire certi pesi che coinvolgono le persone che amo di più. Mi limito a non dare problemi, ma so che non è sufficiente. Non è abbastanza.  E poi è nausea, spossatezza...



Le discussioni inutili che monto impiedi solo perchè in giorni così io mi sento suscettibile anche sulle banalità, sulle cose dette per gioco, un gioco che conosco bene, ma che in giorni così mi punge e divento pedante. Come quando ho la febbre, la maglia la indosso sempre, ma quando non sto bene mi brucia la schiena a contatto con la stoffa... Allora spero nella comprensione di chi si becca le mie menate, i miei giorni no...mi spiace davvero.

25 novembre 2007

Zusammen

Spirale9mm Passato anche questo fine settimana, fatto di acciacchi, dolori al collo e allo stomaco, ricerca di regali, e ancora non so cosa regalare al babbo, pasticche di maalox, (senza fare riferimento a nessun blogger, però lo saluto ;-) ...), cinema e birra con i miei amici. Pioggia, tanta pioggia e qualche lacrima, silenzi che si schiudono, e poi si parla e ci si rivela nelle proprie incertezze; nei progetti che cambiano ancora e qualche aspettativa delusa, si rimanda a data da definire... Ma vado avanti, basta solo crederci. E io ci credo, io sogno... Ricomincio a sognare; a guardare tutto con maggiore certezza, a definire i contorni di qualcosa che cresce passo dopo passo.



INSIEME, assume un nuovo significato; condividere le difficoltà, confortarsi a vicenda. Finalmente mi sento "utile" anch'io, io che capivo, ma che mi sono sempre sentita incapace di aiutare. Prendo una nuova consapevolezza di me stessa, del rapporto nuovo che si sta via via formando tra le nostre dita... E adesso vorrei solo continuare a non aver paura di cadere, vorrei fidarmi ciecamente,far si che le cicatrici non vengano più toccate, che restino nient'alto che segni...



Mi affido a quegli occhi; alla calda passione fatta di sguardi, pensieri che passano attraverso la pelle. Le labbra, le carezze, gli abbracci che non vorresti più sciogliere, le sensazioni sussurrate sottovoce, i respiri, la bellezza di restare l'uno nell'altro, in silenzio a non pensare...a gustare qualcosa che non voglio perdere, che manterrò vivo con tutte le mie forze.

23 novembre 2007

Basta una lettera…

Mi è giunta una bella notizia! Foto_rane_321_2



Sono troppo contenta...si cambiano di nuovo tutti i progetti, tutto slitta più in là nel tempo, ma è una notizia così positiva, che non vedo l'ora di saperne di più!



Questo fine settimana sarà davvero con una serenità diversa, malaticcia ma col mio tesoro, che è già tanta roba!



besitos

21 novembre 2007

Ho bisogno di calore!



Senza_nome Qui dentro si muore di freddo, non si riesce a lavorare così! Ho lo stomaco stretto dal gelo, i piedi fra un pò cascano, mani e orecchie non le sento più, è il principio dell'ipotermia... mi ricordo di averlo sentito in una puntata di beautiful ,vista assolutamente per caso, in cui Ridge e una tizia sono caduti in una buca nella neve mentre sciavano!Oddio NO!Mano a mano si congeleranno tutti gli organi interni, fino a raggiungere il cuore...NOOOOO!ecco, una sana dose di positività!



Piove e devo andare in centro per vedere se venerdì prossimo lo sciopero mi consentirà di viaggiare ugualmente...anche se nutro seri dubbi...bb come faremo??? (parto giovedi?)





20 novembre 2007

L’ora di religione

Sarà una strana mattinanta, Suor Rita verrà a condividere l'ufficio con me questa mattina. Non ho un grande feeling con preti e suore generalmente, con la Chiesa men che meno,eppure da piccina ero una frequentatrice assidua! E' con un pò di vergogna che ammetto che ogni tanto se mi capita di dire un Ave Maria in solitudine, mentalmente, magari durante un preghiamo(silenzio)...alla messa di Natale, io mi incarto e arrivo al Santa Maria e riprendo il pezzo iniziale, piena di grazia....già lo so che la sto cannando, e che dopo c'è qualcos'altro, mica ha 2 strofe uguali! ma che cos'è, cos'è?! E dire che alle elementeari si pregava tutte le mattine! Mi scervello per un pò, poi iniziano tutti a cantare e io perdo la voglia di ricordare che dopo c'è un..."Madre di Dio" allora vado a braccio, e mi faccio due chiacchiere telepatiche con Jesus, gli chiedo come va, che mi sa che non glielo chiedono in tanti...e poi gli dico di dare un occhiata dalle mie parti ogni tanto, che non si sa mai, una vincita all'enalotto o al gratta e vinci servirebbe proprio! Anche se nutro seri dubbi che possa far qualcosa, non si può credere in Dio e nella Fortuna allo stesso modo, così mi aveva detto il mio prof. di religione.



Delle volte me Lo immagino un pò come me che non sapevo giocare a Age of Empire, quel videogioco di ruolo, o di strategia dove devi costruire i villaggi e evitare le guerre, ecco io non riuscivo mai a gestire tutte le cose assieme, costruivo da una parte e si ammazzavano dall'altra. Sicchè, Lui potrà anche esistere, o essere una "Forza" comune a tutti, a livello globale, un' invenzione mentale generata da un'energia interiore che ci costringe a dare risposta ai grandi PERCHE'. Un origine e una fine. La necessità umana di cercare un entità superiore, che idealmente dia un sostegno psicologico a chi soffre e sta male, a chi è in difficoltà... In ogni caso, mi sa che a Age of Empire ci gioca "bene" quanto me...anzi, poverino, i Suoi rappresentati ormai si sono dati all'autogestione, costruiscono, hanno beni di ogni genere e non pagano le tasse. Totalmente fuori controllo...



Che ci posso fare! Verrò scomunicata?! (N.d.R. Ale, ci metti una buona parola tu?)



Dicevo che Suor Rita però è diversa, una donnina paffutella ed energica, sopracciglia a spazzolini e baffetti, occhi virspi, cordiale e schietta, accento meridionale, mi ricorda un buon vino del sud.



Ogni tanto mi racconta delle sue missioni in Brasile, a San Paolo, dove aiuta nella gestione di due mense per bambini. E' simpatica, e non riesco a mentirle...è più forte di me, le radici cattoliche in me ci sono ancora. Come si fa a mentire ad una suora così. Insomma ci credo in modo strano, frequento meno, ma la stimo.

19 novembre 2007

la nebbia agli irti colli…e non solo

Img_7615 Fine settimana bello e divertente. Sabato sera in una "casetta" di tre piani tra i colli e il  mare di Castagneto. Piccina eh! per trovare il bagno del piano terra mi ci sono persa una decina di minuti prima di beccare la porta d'ingresso. Piena di cose che farebbero venire un orgasmo a un antiquario. La cucina con il camino, le bestiole imbalsamate, lo spirito della bimba col retino che si aggira per le stanze, le castagne con la nutella, i lettini avvicinati, e la coperta che si accorcia, la stanza ludica con tanto di bigliardo e aste,no mazze?no no, "the teacher" dice stecche, beh, chi non la vorrebbe: la stanza ludica!? E poi una chitarra e si canta, accoccolati sul divano o stretti stretti abbracciati in poltrona, col cuore al calduccio.
Poi come sempre si ritorna at home, e al lunedì mattina mi manca quel qualcosa di piacevole per tirare fuori il sedere dal letto. Fa troppo freddo, il mio piumone caldo non lo lascerei proprio se la prospettiva è quella di una classica giornata lavorativa, si spera senza infamia e senza gloria, anche se l'infamia c'è sempre e stamattina, la frecciata del buongiorno è già arrivata. Tra l'altro è una di quelle giornate gelide, nebbiose, grige, tristi. Anche il cappuccino che generalmente mi risolleva il morale è venuto tiepidino...la ciambellina si intoppava in gola e non l'ho ancora digerita. Uff, che stuferia! Che stufaggine!Che freddo! Vado a farmi un the caldo và, che la mattinata va troppo piano per i mei gusti.
baciotti
carduccia

16 novembre 2007

I_sogni_large Finalmente è venerdì, questa settimana è vissuta tutta come una lunga e faticosa maratona psicologica e siamo in dirittura d'arrivo. Io sono sfiancata da questa pressione che è motivata, forse, da mille pensieri e preoccupazioni...alcune inutili, altre sconfortanti. Pressione che nasce non so da dove... Non è ansia, non credo di aver mai sofferto di attacchi di ansia (o forse si una volta o due), ma questo magone malefico, continuo, che schiaccia la mente e mi fa sragionare, mi fa dire e pensare cose che non vorrei, mi fa sentire sola e piccina dinnanzi a qualunque problema, anche banale, anche dentro la mia casa: tana e guscio da anni... Spero sia solo la parentesi di una settimana dove la parabola del mio umore, avendo subito picchi altissimi pochi giorni fa, adesso torna inesorabilmete a scendere per stabilizzarsi alla mia quotidianità un pò difficile da riaccogliere a braccia aperte.
Perchè in generale, io sono felicissima di quello che ho, ma vorrei di più, mi sono sempre accontentata, adeguata alle circostanze; questa volta invece per la mia vita esigo che ci sia di più. Sono mesi, molti mesi, che faccio mille progetti che cambiano a seconda degli eventi e delle circostanze. Adesso basta però, mi sento inconcludente e sempre meno in grado di poter fare qualunque cosa, mi mancano i mezzi, caviglie legate e lo sconforto che mi gravita attorno come una nuvoletta fantozziana.
Stasera vado sotto il cielo di Firenze, da Francesco, tra braccia calde, grandi e forti, e baci leggeri e consolatori , perchè mi comprende, mi è vicino e lo adoro...non vedo l'ora.
la nuvola la lascio qui, che se ne voli via nel vento...

15 novembre 2007

poco più in là

Vorrei che domani, un domani non troppo domani, la parola extracomunitario non esistesse più, la parola diverso diventasse un complimento,in fondo diversi lo siamo un pò tutti...che la xenofobia diventasse solo una malattia, curabile magari. Vorrei non temere più, aspettando il pullman, di essere caricata su un pulmino pieno di albanesi che sosta poco più avanti col portellone aperto...Ho sorriso quando alcuni di loro sfilandomi davanti con gli abiti sporchi di una giornata in cantiere,con un panino o delle patatine prese al bar per rifocillarsi, nessun commento strano, nessuno sguardo indiscreto, solo uno di loro che incrociando il mio sguardo mi offre due patatine. Sorrido e rifiuto cortesemente...



Vorrei non sentire più sottolineare il fatto che fosse stato uno "straniero" quello che ha aggredito un controllore sul treno, mettendogli le mani alla gola...in un vagone pieno di ITALIANI totalmente indifferenti...che tristezza.



Ci sono anche italiani accartocciati in stazione sulle panche abbracciando il fedele cartoccio di tavernello. Chi ha più diritto di passare la propria esistenza su quella panchina? chi se lo merita di più?



Adesso che ci penso mi sento un pò la John Lennon de noartri...



Vabbè era un pensierino serale scaturito da un breve scambio di battute.



Notte

13 novembre 2007

ACCENDERE LA LUCE PLEASE!

Buio_2













mi sto rabbuiando parecchio... è così, quando la giornata inizia storta, è dura raddrizzarla, molto dura...



Se già mi sveglio con una brutta sensazione, me lo devo aspettare ormai!



Attendo miglioramenti in serata...un fiammifero, un accendino, una lampadina...

12 novembre 2007

Padre_figlio_n E' così difficile delle volte, lunghezze d'onda diverse...io cerco di modulare le frequenze, per migliorare la comprensione. Putroppo non sempre funziona. Uno scarto di 40 anni non è poco, e se poi ci si aggiungono i vecchi rancori, le ferite, le preferenze che hai tu e che vorresti che avessi anch'io... Ma dal mio punto di vista non c'è più un: "a chi vuoi più bene?", c'è la voglia e il desiderio di volere bene a suffucienza ad entrambi e forse, non dimostro mai abbastanza, forse non ci riesci neanche tu. Del resto, metà di me arriva da te...Capirsi delle volte e scontro duro, le recriminazioni inutili che giri su di me facendo in modo che diventino alibi per te, l'alibi di potermi accusare, di avercela con me e col mondo intero perchè io, il destino, e non solo, ti hanno riservato tante, troppe delusioni. Quelle stesse delusioni, non le puoi risparmiare a me impedendomi di tentare, di emozionarmi, di rischiare, di...vivere, e non di vegetare.



So già che domani avrai capito perfettamente, ma non avrò la soddisfazione, non presto, di essere tranquilla che nonostante gli sforzi, alla fine i miei messaggi vengano recepiti. Non è ciò che desidero in assuluto dal mio rapporto con te, ma è pur sempre un piccolo passo...

9 novembre 2007

botta e risposta

Per la gioia di grandi e piccini, o di piccini un pò grandi, o grandi col cuore da piccini...il test l'ho scopiazzato anch'io!



01 - Che ora è: 17.00
02 - Nome: Arianna
03 - Compleanno: 15 aprile
04 - Segno zodiacale: ariete ascendente cancro. NO! Non sono testa dura, che palle con sta storia...Tanto io all'oroscopo non ci credo!
06 - Piercing: nessuno in previsione un tatuaggio però!
07 - Sei innamorato/a? OOOOOh Yesssss!
08 - Ti piaci interiormente? mi piacerebbe dare una smussatina qua e là, un aggiuntina qua e là (interiormente eh!)...ma tutto sommato mi sto simpatica
09 - Hai già amato al punto di piangere per qualcuno? Piango sempre io! gioia,dolore, emozione, spavento... figuriamoci per qualcuno che amo o che ho amato! cmq si, ho amato qualcuno che mi ha fatto piangere davvero.
10 - Hai mai fatto un incidente con la macchina? un paio. Il primo è costato la vita della mia "Y10 ferro da stiro". "you have been the one, you have been the one, you have been the one it's true..."non ne ho più avute altre di mia proprietà, ecco...
11 - Hai mai avuto una frattura? una alla clavicola quando avevo 7anni, e una al polso a 12anni...chi mi conosce sa quanto sono agile...
12 - Pepsi o coca-cola? Always Coca Cola!
13 - Ti fidi dei tuoi amici? Sì parecchio. Ma non sono mancate le delusioni.
14 - Colore preferito per l'intimo? uso spesso il nero ma il rosa lo sto riscoprendo
15 - Misura di scarpe: 39
16 - Numero preferito: 4
17 - Tipo di musica preferita? dipende dai periodi, rock, punk, pop, jazz...NO disco, NO hard-core, NO house, NOOO neomelodica, NO  classica... ma  ascolto di tutto un pò per aumentare il bagaglio culturale, poi seleziono, claro!
18 - Doccia o bagno? Purtroppo attualmente doccia! la vasca a metà non consente bagni degni di esser definiti tali, sembra di stare in una tinozza!
19 - Cosa odi? mmh, l'ipocrisia, gli insetti...i nocciolini nell'anguria...sentirmi in imbarazzo, e se lo metto tra le cose che odio è perchè non solo mi infastidisce, io Odio sentirmi in imbarazzo
20 - Come ti vedi nel futuro? scusate ho perso gli occhiali, al momento non ci vedo molto bene, è tutto offuscato....
21 - Da chi hai ricevuto questa mail? ma perchè è una mail? l'ho scopiazzata da giudettina che l'ha scopiazzata da sorridente...
22 - Quale dei tuoi amici vive più lontano? Orsacchiottone che sta a Roma e spero non me lo mandino troppo presto nelle Filippine o giù di lì!
23 - Chi sarà il + rapido a rispondere secondo te? io! sto rispondendo adesso!
24 - Il più lento? io, seeeeeemmmmmpreeeee iiiiiiooooooo...
25 - Cosa cambieresti nella tua vita? faccio prima a dire cosa non vorrei cambiare
26 - Sei felice? a metà!Ma mi sto attrezzando
27 - Proverbio preferito? I proverbi non mi piacciono molto, ma ricordo un detto della mia nonna che mi sovviene spesso "Chi sospira non è contento"
28 - Libro preferito? Branchie di N.Ammanniti
29 - Di cosa hai paura? della solitudine e di deludere chi mi stima
30 - La prima cosa a cui pensi quando ti svegli? non penso, non ne ho le facoltà in quel momento
31 - film preferito? Matrimoni e Pregiudizi (una cazzata immonda, lo so, ma è il mio film antidepression. Non è il film che ritengo il più bello tra quelli che ho visto, ma il preferito per l'effetto benefico)
32 - Se potessi essere qualcun altro chi saresti? Me stessa quando andavo alle elementari
33 - Cosa c'è appeso al muro della tua camera? la bandiera col giglio di Firenze, foto e ricordi vari, e un batik
34 - Cosa c'è sotto il tuo letto? una valigia e la scatola di imballaggio del PC
35 - Posto dove ti piacerebbe andare: Ovunque, ho visto talmente poco...



36 - Pensi che qualcuno risponderà a questa mail? ma io non la ritengo una mail. Forse se la scopiazzerà qualcuno a sua volta....
37 - E chi sei sicuro risponderà ? e io che ne so! Se non è una mail!
38 - Di chi vorresti leggere la risposta? boh! L'ho già detto che secondo me non è una mail?
39 - Profumo preferito? Kenzo-Amour (fuxia) invernale o Cacharel-Promesse estivo
40 - Sport preferito? nuoto
41 - Timido o estroverso? estroversa per non farmi cogliere alla sprovvista dalla timidezza
42 - Soprannome? Ari, più un'altra miriade infinita di vezzeggiativi e soprannomi vari...
43 - Mare o montagna? mare mare MAre MARe MARE....e poi anche Mare...
44 - Hai paura della morte? No. mi spaventa di più la sofferenza...
45 - A che ora vai a letto? Mezzanotte e dintorni.
46 - Cosa vuoi dire alla gente che leggerà questa mail?Questa non è una mail per me. ciao

8 novembre 2007

Immagine

















Isabel Muñoz - Fragmentos

7 novembre 2007

tempo: un’inganno dei nostri sensi…

che ore sono?



e adesso?



....



e ora?



ma non mi passa più sta giornata, nonostante le chiamate da gestire e le cose da fare...continuo a guardare l'ora e non arrivano mai le 12.30!!!!



e adesso che ore sono?



No no, oggi non gliela fò, voglio andare a casa!



Io ho fame! e mi scappa la pipì, dovrei andare, ma...ho freddo non ce la faccio!



P.S.= devo trovare una radiolina da portare in ufficio, perchè questo silenzio è assordante! Mi distrae!

6 novembre 2007

Solo per poche ore

Lisca Capitano questi giorni così, in cui sono annoiata, un pò stanca, sospettosa, dispettosa.  Per fortuna l'amore c'è, mi piace tanto quell'omino lì! beh, di un metro e novanta, omino non proprio... mi fa bene al cuore, al corpo, all'anima, al cervello un pò meno, se già son tonta di mio, figuriamoci adesso...



Stasera però si va di magone. Quello che serra i denti, annoda la gola e attorciglia lo stomaco. Non lo so proprio da dove arriva, sarà il vento gelido, la desolazione casalinga, sarà la giornata in solitudine assoluta (eccetto sporadici contatti umani con panettiera,barista,ragazze del treno, cassiera supermercato. Contatti significativi!!!). Lunedì ho cavalcato l'onda del ponte e adesso ritorno a terra. Domani mi riabituerò alla mia banale quotidianità di casalinga solitaria e di impiegata disperata. Per fortuna questo giovedì tutto torna agli alti livelli che adoro. Ma qualche ora in fase down me la devo concedere, con la lacrimina puntata con gli spilli, i pensieri poco piacevoli che svolazzano per la stanza, la preoccupazione per una lisca in una tonsilla, le lenzuola da stirare e i tappetini da stendere. Ho bisogno di sdraiarmi sul divano col plaid che mi coccola e con un pò di insana tv...Aspetto giovedì. Anzi prima aspetto notizie della lisca bastada.



besos



ari

Il cacciatore di aquiloni

Senza_nome L'ho finito! In teoria non c'è nulla di strano nel finire di leggere un libro, ma ultimemente non mi capita tanto spesso, il più delle volte le mie letture restano a metà, forse per mancanza di tempo o di concentrazione, forse perchè non riuscivo a trovare nulla di davvero interessante o coinvolgente. Non mi hanno mai attratto molto i libri sul Medio Oriente: i telegiornali ci mostrano paesi ormai devastati, i nomi e le città di quei posti mi risultano complessi e accavallati in un groviglio inframezzato da guerre, morte, tristezza. Di certo nessuno oggi parla dei cieli azzurri di Kabul punteggiati di aquiloni colorati. Eppure c'è stato un tempo in cui...



Anchè il questo libro c'è tanta angoscia, ma c'è fratellanza, la violenza di una guerra continua, la storia di un paese, l'Afganistan, che ormai è in ginocchio...il finale non è esattamente un happy end, anche se lo si intravedere. Il finale è una speranza.



Finalmente torno a divorare un libro con grande soddisfazione, è una storia che lascia qualcosa di pagina in pagina...e si divora con piacere.

5 novembre 2007

Risvegli, brontolii, brividi e sorrisi

Brontolo No, no, no e no!
Non volevo scendere da letto stamattina. No! Avrei voluto essere cosciente che la sveglia sarebbe suonata alle sei e che le voci di Andrea e Michele provenivano dalla radio-sveglia e non da un'allucinazione uditiva. No!
Non si può dopo 5 giorni meravigliosi, risegliarsi con accanto un misero cuscino e rendersene conto solo alla seconda sveglia. No! E non so più come mandare via l'odore di cipolla dalle mani! Eppure ieri non era così forte! per un soffrittino per il risotto con la zucca mi sono conciata le mani in questo modo? neanche col detersivo dei piatti e gli infiniti saponi utilizzati va via!!! Che bellezza lavarsi il viso con questa leggera "fragranza"! NOOO! Non gestisco troppo bene neanche il freddo pungente di stamane, ma sopratutto faccio fatica a digerire le ragazzine che con +4°C girano ancora col piumino smanicato sopra il maglione. Ma che Orzo Bimbo bevono alla mattina? Mi viene più freddo solo a guardarle! Io stavo per mettere il cappotto stamattina!
E il pullman in ritardo dove lo mettiamo? Se fa freddo io non voglio aspettare minuti preziosi per la mia salute, lì alla fermata! No!
Vabbè, via! Mancano solo 10 ore prima di rimettere piede a casa...Ce la posso fare!!! Mi basterà ricordare per sorridere un pò...
E poi proprio adesso mi è arrivato un sms. Ooooh! Fra tre giorni quel cavolo di cuscino riprende il suo posto sotto una testolina che adoro. E io torno a dormire nel mio abbraccio preferito...Ecco!

Ecco fatto!



Dscn0906_3



Direttamente dal Mercatino di San Lorenzo di Firenze alla parete della mia camera...Qui qualcuno ci ha piantato una bandiera... mah!?



A me piace parecchio...e non solo la bandiera!

4 novembre 2007

Bisbiglio

Poche parole, piccole e delicate, sussurrate a fior di labbra



bastano poche parole racchiuse tra le mani, un segreto prezioso,



condiviso e sbirciato tra le dita.



Poche parole che racchiudono qualcosa di più di un pensieroContingo20mani20sito_3



poche parole  che non si possono toccare,



poche parole sincere, abbracciate, per niente abusate,



mai in saldo, mai scontate.



Poche parole che vengono da dentro...