25 dicembre 2007

Salta la coda

Mattina di Natale...Natale



Ho messo la sveglia perchè ho un pò di cose da fare... ha suonato per un'oretta circa con la radio, si intende, io il bip bip lo odio. Il primo impulso vitale del mio cervello è stato, chissà se trovo qualcosa sotto l'albero, qualcosa di nuovo che non ho messo io...Ovviamente ho ripreso conoscenza del luogo in cui mi trovavo,di tutte le cose del modo, e delle missioni giornaliere il cui esito sarà gestito dagli astri, dalla provvidenza o che ne so... mi alzo, passo a trovare il bagno,e poi disfo il letto,apro la finestra vado a ritirare i panni asciutti, preparo i regali da portare a pranzo da mia madre e porcodiquelgiuda gli astri maledetti, il natale che mi piace talmente tanto che mi sta davvero facendo incazzare..Ho rotto la bottiglia di liquore al cioccolato preparata per mia mamma!



Ecco Natale iniziato in lacrime a raccoglire il liquido cioccolatoso dal pavimento sotto l'albero. Fortuna che non mi è venuta la voglia punk di lanciare contro il muro tutte le palline di vetro dell'albero e lanciare il resto dalla finestra...Però ci sta: Mavvaffanculova!



Speriamo che tutto torni in carreggiata per questa sera, ho del pesce da preparare. Che mi è costato una fatica infinita di attesa per 2 code con 15 persone davanti ogni volta, al banco pescheria il giorno della vigilia. Si, 2 volte ho fatto la coda, non per demenza, che sarebbe anche plausibile, ma perchè quest'anno va di moda il "salta la coda",ovvero, rubare la roba da mangiare dai cestelli altrui...



Quando ero al banco gastronomia, stavo pensando: con 50 numeri davati adesso dico:" io io!!!" quando qualcuno saltava il turno...Tanto il bigliettino non te lo guarda nessuno, ero il n°9 e quando ha detto "71!!!!! 71?????", l'angoscia da attesa mi ha tentata parecchio, io non avevo più niente da prendere in giro per il supermercato! ma ho desistito...



Arrivo alla cassa e il pesce non c'è più!!! Ma a Natale non si doveva essere più buoni!!! E' vero che non l'avevo ancora pagato, ma è pur sempre pesce "furbato"!Fortuna che mi è venuto da ridere...



Vabbè io Babbo Natale lo aspetto per questa sera... speriamo bene! SBRIGATIIIII!!!!!!!!!

21 dicembre 2007

scosse di assestamento

Babbo_natale_2 HO FIRMATO... ho ufficialmente il cosiddetto "posto fisso"... alleluja alleluja! dall'anno prossimo si cambia lavoro e si cambia vita, persone nuove, tanti colleghi,nuova esperienza...E poi vacanze di natale allungate fino all'epifania, tranquilla e beata della presenza di Francesco, i regali li ho fatti tutti...devo solo attrezzarmi per la sera di Natale a cena.Sono proprio contenta, in generale sono contenta!



Eppure stasera mi sale il mal di testa, Miglio non mi da risposte per la serata, vorrei tanto essere ad una cena con le amiche e il moroso a Firenze, invece mi tocca stare qui col moment per la testa e un filmaccio natalizio... magari mi porto avanti con le pulizie se mi ripiglio... Che vitaccia da Cinderella! A 24 anni, ma si può?!e stasera c'è anche Giuliano Palma che suona in zona, me ne ero dimenticata!



Mi consolerò con le cartellate al vino cotto preparate ieri sera con mia mamma...



Non vedo l'ora che arrivi Natale...



Intanto faccio gli auguri a tutti quelliche vanno via e anche a chi resta e come me avrà poco tempo per scrivere...



Mille Auguri e baciotti al vin cotto



ari

19 dicembre 2007

Choccoari liquorish

Giornata produttiva e con soddisfazione... Mi piace cucinare, assaggiare, entro in una dimensione tutta mia, sembro seria e incupita ma in realtà sono concentrata in ciò che faccio e che si trasforma sotto i miei occhi. Il profumo del cioccolato che si spande per la casa. Non immaginavo si sarebbero mai mescolati assieme 700gr di zucchero in un litro di latte. In chimica la immaginavo come una miscela eterogenea sovrassatura. Invece no, in cucina non funziona così, e lo zucchero con latte e cacao diventano uno sciroppo denso e vellutato, cremoso e buonissimo...Poi un pò di alcool, un bel pò, di alcol e il gioco è fatto!



Il divertimento è stato preparare e riadattare le bottigliette e i tappi... Altro che Art Attack! Fatto?Brrrava!



Poi in serata è salita la malinconia per i prossimi giorni belli, perchè non smentisco che il Natale mi piace, ma non come vorrei io.



Rimpiango i Natali da bambina, la sveglia impaziente e la corsa all'albero di Natale per i regali. Mi piacerebbe che adesso, qualcuno di nascosto mi infilasse i regali sotto l'albero la notte della vigilia, mentre dormo. Poi la mattina mi sveglio e trovo tutti i pacchetti lì, e qualcuno con cui scartarli.  E poi c'erano i mega pranzi dalla Nonna con tutto il parentado...Anche la nonna mi manca. Sapeva in qualche modo radunare la famiglia...Mi piace pensare che sia stata una famiglia matriarcale, mi fa pensare che magari anch'io quando sarò nonna potrò organizzare mega pranzi e cene per figli e nipoti.... e poi faro vedere le mie foto di quando ero giovane alle nipotine (ho già richiesto al mio fotografo di fiducia, grandioso fotografo, mio fotografo del cuore; di darsi da fare a farmi degli scatti decenti, magari anche "artistici"...mi avvicino al quarto di secolo, poi sfiorico!!! Che gli fò vedere alle nipotine?!) e racconterò loro le storie dei miei morosini, e di come mi sono innamorata del loro nonno, di come erano da bambini i loro gTrottolaenitori...Cose da nonna insomma.



Ma che film mentali mi faccio?!?Io che mi vedo già nonna, non riesco a immaginarmi mamma, chissà perchè nonna invece si.



Sono stanca adesso, vado a nanna...



Buona notte "artistica" a tutti.

18 dicembre 2007

ooooh yessss!

Zitta zitta,distesa sul tappeto e illumnata dalle lucine dell'albero di Natale, a pancia in giù col crapino sorretto dalle braccia...mi tuffo nell'atmosfera natalizia che voglio respirare,assorbire, ricordare... Mi piace il Natale, non mi frega se è troppo commercializzato, se fa schifo a tanti per lo shopping sfrenato e disperato, per il regalo costoso a tutti i costi, per l'ipocrisia del siamo tutti più buoni... (Brava non buona, ma brava)                   uff!Proprio non mi frega!



Babbo Natale non esiste, me l'han detto qualche anno fa, ma è il pensiero che si nasconde dietro un gesto, in un bigliettino, dietro ad un dono fatto; è lì Babbo Natale, nel desiderio di rendere felici attraverso qualcosa di tangibile, delle voltBabbo20e20rennee fa bene allo spirito anche ciò che si può toccare, quel qualcosa che è stato preso, preparato e impacchettato proprio per te. Quel cercare di ritrovarsi tutti, di avvicinarsi. Un regalo non da tutti i giorni, che tanto poi non si fanno quasi mai. C'è un profumo più intenso nel Natale che intendo io, quello di quest'anno che è fatto solo perchè e per chi lo sento. E' nel calore che ci metto io quando mi avvicino per sentire altrettanto calore... lo racchiudo nel profumo del liquore al cioccolato che farò domani, negli abbracci agli amici, nel vin brulè preso sul lungolago, nei baci morbidi, nelle voci dei miei gentori... Insomma io faccio in modo che sia Natale qui in uno dei pacchi sotto l'alberello addobbato...



Chiudo gli occhi stasera e sorrido... Non possiedo nulla, eppure ho quelle piccole ricchezze che finalmente mi sento in grado di apprezzare.

13 dicembre 2007

quasi quasi…

Salvador_dalipaysage_aux_papillonsSi tirano le somme, si cambiano le prenotazioni, si anticipa, si ritarda, si parte, si ritorna...Da lunedì ci sarà un breve periodo festivo transitorio per poi ricominciare da capo un nuovo percorso, anno nuovo vita nuova, giusto?!
Porto via le mie cose dalla scrivania, poche a dire il vero, la tazza per il thè, la tazza portapenne... la stampa di Dalì la lascio. Non l'ho mai sentito mio questo posto e non ho mai voluto personalizzarlo troppo, mai modificato neppure lo sfondo del desktop. Questo candore ospedaliero:scrivania, pareti, tenda, mi ha sempre lasciato sensazioni asettiche. Vado via volentieri, anche se non so di preciso cosa mi aspetta, la piccola realtà lavorativo che lascio, non mi mancherà; forse perchè so dove andrò, so in quale mondo entrerò, e mi piace, mi è sempre piaciuto.
Ancora poche ore...

11 dicembre 2007

nO nO, non sono incavolata…

Linguaccia_2 Rifletto con calma su questo blog che scrivo e curo come una creaturina mia, e su quanta gente (neanche poi tantissima), amici, conoscenti, dal proprio ufficio, da casa, da chissà dove, legge e ne ride, oppure si annoia cambia pagina dopo poche righe... c'è chi invece ricorda, si arrabbia, riflette tra se e se. Non scrivo mai nulla di cui dovermi vergognare, nulla di scandaloso o troppo risevato, spesso non sono neanche così esplicita... Le riflessioni, gli sfoghi, le cazzate che mi passano per la testa e che compaiono tra queste righe sono quelle che so di poter rendere pubbliche, più o meno. Cose che in genere riguardano me.
Ora però mi domando, ma che gusto si prova, invece, a metterci dentro le proprie manine? La voglia di interferire ed andare a riferire cose che non ti riguardano, magari non mi vedi da anni quindi non mi conosci affatto, e vai a raccontare cose che forse potrebbero far piacere (ci includo la buona fede), forse, ma forse NO!?! Cose che non è detto che sortiscano un effetto positivo,questa volta si, ma magari no! Sarebbe bene, in futuro, riflettere prima di agire... e magari farsi anche uno scodellino di cazzi propri non guasterebbe. Si campa cent'anni! dicono.
Non è chi si impiccia che mi infastidisce, sono impicciona io, figuriamoci! con gli amici, con chi mi sta a cuore, con chi conosco bene. Ma è l'intromettersi senza neppure avermi mai parlato, cercare di mettere lo zampino nella vita di sconosciuti senza nessun motivo particolare (voglio sperare). CASUALE?!? Si certo, come no?!
Qualcun'altro direbbe: "ma allora se non vuoi che si sappia non scrivere su internet". Io non ho mai detto che non voglio che si sappia ciò che pubblico, ma che chi legge eviti se è possibile, di interferire con la mia vita.
grazieeeeeeee!

10 dicembre 2007

quel ramo…del mio (nostro) albero di Natale

Torna il silenzio in casa... del resto e quasi l'una di notte. L'alberello è acceso, inaspettatamente ho trovato un mini presepino mignon in quel di Como, per fargli compagnia. L'angioletto e Bambin Gesù sembrano dei moicani, Maria sembra che sia peruviana...Vabbè un presepe originale ma bellissimo, e poi per beneficenza ci stà!



Eh, gia! sabato pomeriggio passato in quel di Como con Francesco e poi in serata all'Università della Birra, dalle mie parti, con La Principessa e il Principe...chi l'avrebbe mai detto! Eh, Ika!? io si! e pensa, già un anno fa... Ma è andata decisamente meglio di come immaginassi allora, a distanza di un anno i cambiamenti sono stati e saranno sempre più positivi. Me lo sento e lo avverto... Bella serata comunque, s'è riso tanto e bevuto un pò... mancavano le nostre due streghine adorate, ma di sicuro ci si rifarà, spero...



Soddisfatta, serena...poco altro da dire se non che la prospettiva di queste festività in arrivo mi sorride, per l'anno nuovo ancora presto per fare previsioni, ma mi aspetto grandi e piccole cose.



besitos



314569010_42a0b54645

7 dicembre 2007

Un segreto nel cassetto

Venerdìììììììì!!!!!
Mi sveglio bene, un pò accaldata, un pò infreddolita...parecchio sonno, la stanchezza di ieri non è stata smaltita bene. Ultime sistemazioni concluse con la stiratura fino a tardi in compagnia di Benigni (devo ricordarmi di farmi portare a Santa Croce). Mi sveglio contenta perchè ho una comunicazione lì nel cassetto da fare, e aspetto a consegnarla, me la gusto ancora un pò. Come quando prepari i regali per Natale, é un segreto!!! Ecco la comunicazione che ho da fare è quasi un regalo di Natale, UN BEL PACCO, per meglio dire, ma forse più per me che per chi lo riceverà...eheheheheheheh!



IO lo soo! IO lo soo!pappappero!



E' una rivincita, un touch down, un gol, una botta di culo pazzesca(direbbe qualcuno), una cartolina dei Rollig Stones del '78 con autografo originale, è un colpo grosso, una certezza, la gioia di mamma e papà e di tutto il parentado, intanto, tocchiamo ferro! Anzi, chiedo ad una Campana doc, (senCornoza far nomi) come regalo di Natale un bel cornino tascabile che non si sa mai. Dicono che si deve regalare, se no non funziona...
E poi, e poi....stasera sono in compagnia, stasera la aspetto con trepidazione, perchè ho un monte di gioia da condividere, perchè ho un albero da montare e decorare, le lucine da accendere, dei baci da dare, le patate novelle da fare al forno (che non mi verranno mai buone come quelle del babbo!!!il trucco deve essere nella teglia mi sa!). Non vedo l'ora di uscire da questo gelido ufficio! Vado a bere qualcosa di caldo e aspetto che passi...



PS: googleando, senza farlo apposta, il corno mi viene fuori dal blog di?....

6 dicembre 2007

Pronti….luci…via…

Ieri le luminarie erano accese proprio ovunque. Tra l'altro nel mio paese quest'anno sono proprio belline, tutte uguali, senza rattoppi di luci colorate, laddove se ne fulminava una gialla ad esempio, ne piantavano una verde.



Anche la casa del Fungo ha acceso i suoi 2 milioni di watt di Luminarie,(disporranno di un generatore apposta secondo me). Questo negozietto di funghi sulla provinciale che, Natale non è Natale senza le sue mille mila lucine colorate che riempiono qualunque cosa: ha forato anche i cartelloni esteni a forma di fungo e li ha imbottiti di luci. la porta, le finestrelle, i vasi... tonnellate di fili luminosi. Dovrei fare una foto per rendere l'idea. In questo tripudio di luci ho deciso: Natalizzo il blog... comincio oggi perchè anche se in genere, rispetto la tradizione dell' 8 dicembre. Non credo che nel fine settimana avrò tempo, dovrò fare l'albero a casa mia, non vedo l'ora! Ieri sera ho tirato fuori da dietro a frigorifero le decorazioni e l'albero imballati. Ho dovuto dare un'occhiata per lustrarmi gli occhi e sentirne il profumo, nonostante tutto, lo adoro quell'alberello lì! E poi ho iniziato la ricerca di due cosine, non troppo eccessive per creare il clima anche qui...Il primo Natale del mio blog.



besos110



Questa puKKa che frigna mi ricorda qualcuno....

5 dicembre 2007

Non lo sapevo neppure…

Copj13_2  E' uscito ieri il nuovo libro di Fabio Volo "Il giorno in più"...



Che dire: mi piace da anni, e quando dico anni intendo che lo seguo da circa 8 anni, quindi, da quando ero una 17enne. I suoi libri li ho letti tutti e tre, due dei quali sono anche autografati. L'ho incontrato 3 volte, la prima volta sono andata a Riccione in campeggio, solo perchè sapevo che l'avrei visto. L'ultima volta ho trascinato alla presentazione del penultimo libro la Maddy e pure il suo babbo. Una pazza sconvolta si direbbe... si, mi affascinava per il suo distinguersi un pò dalla banalità televisiva/radiofonica, per il suo modo di esprimersi, per il fatto che non fosse un Costantino, anzi, proprio perchè non bello ma a suo modo affascinate, mi intrigava di più. Lo sguardo un pò guercio, il pizzetto, il sorriso, le gambe storte, molto storte. Le imperfezioni messe insieme delle volte possono creare strani mix.



Poi ho cominciato a crescere, ad avere esperienze personali che per forza di cose portano a maturare pensieri meno idealistici, più pratici. Uscendo un pò dal guscio della normalità casalinga, mi sono ritrovata dinnanzi a difficoltà che un Fabio Volo potrà anche comprendere, ma che vanno contro il suo manifesto da:" Rompi gli schemi, se ti senti in gabbia scappa e ricomincia da capo come più preferisci". Funziona se hai le spalle coperte e ti va bene, ma per sua stessa ammissione, lui riesce a fare certe riflessioni proprio perchè gli è andata decisamente bene, non ha il pensiero dell'affitto o del mutuo da pagare (tuttalpiù farà uno spot), di come arrivare alla fine del mese, altro che Capo Verde e meditazione alla ricerca di se stessi... Vale lo stesso se cerco me stessa stesa sul tappeto del mio salotto? Magari dopo aver provveduto a spolverare, stirare, lavare i pavimenti, fare la spesa, pagare le bollette e avere anche lavorato 8 ore con le gambe inchiodate sotto "l'abbominevole" scrivania da squallida impiegata?!?



Insomma, io non so se Fabio Volo è persona o personaggio, un guru moderno dei giovani d'oggi, che gli pongono domande esistenziali come se lui avesse la risposta per tutto. Penso che basterebbe leggere, leggere tanto, tutto, studiare, capire, imparare che prima di Fabio Volo ci sono stati innovatori molto più indietro nel tempo, e quindi decisamente più moderni (vedi Dante, per fare un esempio attuale sull'interpretazione fatta da Benigni), e anche lui da qualche parte ha imparato.



Mi ricollego anche a delle riflessioni fatte ieri sera, mi rendo conto in modo tangibile del fatto che sto davvero crescendo, che mi sto formando, che i pensieri e i sentimenti di ieri non li potrei mai riprovare oggi se mi ritrovassi nella stessa situazione. Le persone che con me hanno giocato in passato, oggi non sarebbero più credibili, il mio modo di approcciarmi agli altri è meno passivo, più diretto, e non cammino più curva su me stessa come presa da timidezza o imbarazzo (forse anche per la misura del seno), ma mi piace andare avanti a testa alta e ben eretta. Ma mai arrabbita con la vita, non di certo disillusa, solo più attenta a me e agli altri.



In conclusione credo che il libro lo leggerò lo stesso, forse me lo regalerà qualche buon'anima per Natale. Ammiro il personaggio e il suo talento... e forse andrò anche ad una presentazione, ma non più per spasimare per lui, piuttosto per un confronto, se ne avrò l'occasione.



 

4 dicembre 2007

Anelli

Anelli.... li adoro...



Sublink75csaturno2 Alla mia Prima Comunione non desideravo altro, invece: collane bracciali, orecchini, neanche un anellino, ma perchè!?!Ad altre bimbe si e a me no!?Io gli orecchini poi, li metto solo a Natale o a Capodanno!



Nessuno che mi ha mai regalato un anello, tranne una volta 10anni fa: delle mie amiche me ne regalarono uno in argento che non ho mai più tolto, infatti ho il solco sull'anulare sinistro. E ogni volta che vado a trovare i parenti mi chiedono se è una fedina...O_o è una fascettina di 4mm con un disegno etnico, che razza di gusto avrebbe questo fantomatico fidanzato???



Ci riflettevo proprio qualche giorno fa, chissà perchè non me li sono mai comprati, forse perchè tutti gli anellini di bigiotteria che mi prendo da sola, li perdo misteriosamente.L'ultimo in cocco lo tolgo per fare un dolce, lo poso sul tavolo e non ricompare più.... Perchè? non l'ho mangiato, giuro!



Pausa pranzo. Esco in sopralluogo per i regali di Natale e compleanno: negozio di bijou, un'infinità di collane bracciali e anelli....non resisto, ne prendo 3! NOOOO! sono in ristrettezze economiche, ma costano davvero pochissimo, pochissimo!!! vediamo quanto mi durano questi, se durano un pò, il prossimo passo (futuro, molto futuro) saranno i Breil, quelli doppi o tripli. che son di più!!!

Coming up

Oggi ho il morale alto, non so esattamente il motivo; per la perdita economica di ieri mi sono abituata all'idea, rassegnata per benino...Anche il film "Non ci resta che piangere" faceva ridere.

3 dicembre 2007

194,58

Ecco, quanto mi costa(circa) il suono di un campanello mai giunto al mio orecchio...



194,58



ci prendevo...Dio, quante cose ci potevo prendere con 194,58????!!!!!



ci potevo prendere 1945 Goleador alla liquirizia, ci potevo fare 2 volte e mezzo Laveno-Firenze e poi restavo lì! Chissene! Ci pagavo 2 settimane di spesa per la casa! Pranzavo a lavoro almeno 38 volte! mi facevo un viaggio in aereo andata e ritorno in Puglia (prenotando con un pò d'anticipo). Quanti regali avrei potuto fare?almeno un paio importanti!



Porcaccia la miseria!!! In realtà ci perderò il doppio quasi!Come li recupero!!!! Porcoggiuda! COME!?! se ci penso ancora un pò collasso qui!Makemoneyroadsign_480

Ti sei sentita “come a casa?”…

44 C'è una canzone di Natale di radio Deejay, che dice "la casa è dove è il cuore, la festa è dove è il cuore..."



E siamo giunti a Dicembre... tutto si inanella alla perfezione, manca poco al Natale, settimana prossima si prepara l'albero, fine settimana di festeggiamenti, a qualcuno il cuore è stato portato a domicilio per poter festeggiare, famiglia e amici: era davvero festa per lei, ne sono convinta.



E poi si corre altrove per portare il cuore da amico, e continuare a festeggiare...



E io nel mio piccolo osservo, rido, partecipo a battute e faccio nuove conoscenze. Un tuffo di volti nuovi e mai visti, esperienze differenti, scambi di opinioni, accenti che si mescolano, foto foto foto del Digital Fotofestival, immagini che arrivano dritte al cuore, attimi fermati sulla pellicola per sempre, sguardi che ipnotizzano e ti lasciano smarrito, quanta bellezza ci può essere nei colori tra la nebbia...



Entrate e uscite in autostrada, da casello a casello, brividi ed emozioni nuove, calore, passione...



Mai sola, mai smarrita, lontana da casa eppure...a casa. Perchè la casa è dove è il cuore.



Ti sei sentita cooome a casa? - mi è stato chiesto -



sono a casa da sola, la mia casa quando non ci sono per un pò, subito si svuota di calore umano; o forse manca un pezzettino di cuore, non me lo sono riportato... ho fatto una doccia per scaldarmi, per farmi compagnia, e per farmi scivolare via di dosso la piccola brutta notizia trovata nella cassetta delle lettere; mai come ora posso dire chè lì, mi sento come a casa, lì c'è un cuore che mi fa sentire bene, serena, rilassata... Mi sono sentita proprio cooome a casa...