17 giugno 2008

gEaLOuSy rose

tideland_b.jpg 

Mi ritrovo su un lungo sentiero, dove, come pollicino, lascio briciole illudendomi che siano perle. Perle preziose le mie parole e i miei principi. Perle che, come è accaduto in passato, per troppa fame d'amore in quel caso, ho rimangiato. E' stata dura rendersi conto che tutta la strada fatta fin lì era andata sprecata. Ho ripreso a camminare, dando un nuovo significato a tutto, ho capito che mai più sarei ricaduta nello stesso errore, divento integerrima quando si parla di tradimento,  amanti, amore per il lui/la lei e sesso per l'altro/a...
Divento una iena quando si giustifica il tradimento maschile perchè... perchè la scappatella l'uomo se la concede, l'amore è un'altra cosa. Sti cazzi! e il rispetto non fa parte dell'amore!?


NON SONO GELOSA, NON SONO GELOSA! e più paura di cadere quando si sale troppo in alto. 

Non ho mai tradito, mai stata tradita per quanto ne so... anche se una piccola mosca mi è saltata al naso, chissà perchè quella volta ho fatto finta di nulla. Forse so il perchè e non lo voglio dire, ormai non importa più.
Sempre piena di paure e di incertezze, di perdere la gioia che mi viene regalata ogni giorno, che spesso rovino con le mie mani.. Si dice che paura e amore sono agli antipodi, che il vero conflitto non è amore e odio ma amore e paura.
Eppure per troppo amore a me spesso viene paura. Non sono gelosa, ma perdere tutto mi spaventa, ed e un circolo vizioso dal quale non riesco ad uscire.
Delle volte ho paura anche di tradire me stessa, sono umana e pertanto non infallible. Quando quelle perle tornano molliche di pane, perdo la mia ricchezza, di spirito intendo, e cosa mi potrebbe restare? Io che adesso non vorrei perdere niente, niente di niente...

2 commenti:

  1. Resti comunque tu! ...a discapito di tutto e tutti.

    RispondiElimina
  2. non hai mai pensato che le molliche potrebero non essere poi così male come pensi... solo meno luminose delle perle...

    RispondiElimina