2 giugno 2008

venerdì pomeriggio

tetto_3616.jpg

Ho girellato sola soletta sotto la pioggia tutta la mattinata tra negozi e monumenti, alla disperata ricerca delle scarpe rosa shocking,che poi ho scoperto non esistono del mio numero, tra la gente, tanta gente, turisti, monumenti; ho cercato di rendere Firenze un pò più mia. Tradendo i buoni propositi di andare agli Uffizi, coda troppo lunga da affrontare da sola, ho mantenuto il buon proposito nel pomeriggio di andare alla Biblioteca delle Oblate. Nel chiostro c'è una mostra mercato di libri...

Mi siedo in terrazza riparata da un tetto con travi a vista, piove si e no, seggiole e tavolini, studenti universitari, vista sul Cupolone del Duomo. Ipod nelle orecchie, un buon libro ("la bastarda di Istambul"), aria fresca e riposo per i piedi stanchi.  Relax...tra me e me.

Mi piacerebbe comprarmi una biblioteca , se divento un fantasma vorrei non-vivere in una bella bibolioteca come questa. Sono i miei posti preferiti, l'odore della carta stampata, quella un pò più vecchia, il pavimento in legno, c'è quiete e allo stesso tempo c'è sempre qualcuno. Mangio un bombolone alla crema, perchè a pranzo con Francesco è Lucrezia mi sono limitata ad una finta insalatona che dell'ONA aveva solo la ciotola. Piove col sole....

Gnam!

1 commento:

  1. Non sapevo fossi anche tu a Firenze! Io sono venuto al Caffè delle Giubbe Rosse (conosci?) in Piazza Repubblica domenica pomeriggio, una afosa e nuvolosa giornata, a presentare con i miei amici il nostro libro di racconti, questo www.pernatalenonesco.it
    Magari ti potevo mandare un messaggio tramite mydeejay così ci venivi a vedere, e a conoscere.
    Sarà per la prossima, ciao Ari.
    Matteo

    RispondiElimina