28 ottobre 2008

cosa resta…

cammello.jpgCervello in fase rem, picchio sui tasti e non so che cavolo scrivere, riguardo il mio viso allo specchio tre ore dopo il risveglio, sembra di gomma, tutto gonfio e appena sfioro gli occhi assumono forme diverse l'uno dall'altro. Mezza guercia e deforme, con l'espressività di un fondo di padella. Correttore e fard messi al buio, ovviamente non ha sortito effetti positivi. 4 ore di sonno non sono sufficienti, se poi ci aggiungiamo il prosciugamento di forze, lacrime e bla bla bla...E alla fine il brutto è che non ho un bel niente da dare. Vorrei vorrei, ma non so cosa dare.

 Delle volte mi piacerebbe essere come Cameron Diaz (così gnocca già non sarebbe male), nel film "L'amore non va in vacanza", nel quale per chi non lo avesse visto, travolta da svariate vicende, da quando ha 15 anni non versa più una lacrima, neppure se si sforza, si concentra e si impegna. Ecco all'esatta antitesi io, che non sono gnocca come la Diaz,  e che piango come un rubinetto che perde. Non c'è modo di fermarmi, è un gocciolio costante, ne avrei per delle ore, con un tripudio di mal di testa che mi sta lobotomizzando. Avrò delle riserve d'aqua sicurmente sotto le maxi-bag che stamattina ho sotto gli occhi. Come i cammelli!
Che orrore...

1 commento:

  1. dai però almeno hai ancora una buona scorta di auto ironia ke male non fà !!!...ma ke brutto autunno...tutti + o meno sull'orlo del baratro !!! DAI RAGAZZE non mollate !!!un abbraccio......e x piacere ...passami un fazzoletto ke li ho finiti !!! hehehe...

    RispondiElimina