26 ottobre 2008

meriggiare pallida e assorta

tra la gente, di domenica, in ricerca della luce giusta. Sfuggo al mormorio fastidioso, mi isolo in un mondo tutto mio. E i miei scatti non so quali pensieri abbiano... o non li vorrei conocere.

e

c.jpge1.jpg
Grazie per la macchina in prestito Fra

2 commenti:

  1. federikabontempi28 ottobre 2008 18:22

    meriggiare pallido e assorto, presso un rovente muro d'orto (santomontale)... mmmmmmmmm diciamo che la mia domenica non è stata proprio rovente sotto il profilo climatico a cantù... io la definirei piuttosto umida e nebbiosa =)

    RispondiElimina