20 luglio 2009

Un pò stupita

Scrivo qui una risposta all'unica persona che si è soffermata a commentare il mio post precedente, ho pensato che fosse più opportuno rispondere a questa persona, blogger, in maniera più aperta, perchè il pensiero che voglio esprimere sia condiviso. Ci tengo a precisare, che non sono arrabbiata per quello che  ho letto, mi hai solo dato uno spunto per chiarire un mio messaggio.

 L'articolo pubblicato e linkato parla di una protesta contro un decreto sulle intercettazioni, parla dell' "obbligo di rettifica, pensato sessant'anni fa per la stampa, e che se imposto a tutti i blog (anche amatoriali) e con le pesanti sanzioni pecuniarie previste, metterebbe di fatto un silenziatore alle conversazioni on line e alla libera espressione in Internet"..."Se il blogger non ottempera all'obbligo, ci sono sanzioni tali (oltre i diecimila euro) da scoraggiare qualsiasi espressione libera da parte di privati che non dispongono né dei soldi né degli avvocati né della voglia di mettersi nei guai. Ed è questo il punto, non il rifiuto di ripristinare la verità rispetto ad affermazioni false, ma la natura intimidatoria e dissuasiva della misura che è oggetto della protesta."

il mio PENSIERO:

non è una questione politica, è una questione di diritti civili, hai letto l'articolo. Parlano di sanzioni! io non so se esprimerò mai un parere su una legge, o se ho intenzione di parlare di politica, ma dovrò stare bene attenta a non esprimere "inesattezze", sarò costretta a RETTIFICARE, altrimente rischio di incorrere in sanzioni.
Che cosa vi ricorda???


Nulla, la dittatura noi non l'abbiamo vissuta, ma l'abbiamo studiata e nessuno (o quasi) la rivorrebbe credo. NON è politica, destra o sinistra, si può fingere che non ci interessino le beghe poilitiche, tapparsi occhi e orecchie per non vedere, e non sentire, tutto procede in questa direzione. Se tu non ti interessi di politica però, non vuol dire che le decisioni politiche non interessino anche te! Ci pensi mai a domani!?!
Il blog rappresenta un mio pensiero, è solo un mucchio di cazzate forse, VORREI il diritto di scriverle LIBERAMENTE, non voglio sia sottoposto a filtri, poichè non è mia intenzione ledere nessuno, semplicemente voglio la possibilità di pensare ciò che mi pare e di poterlo esprimere liberamente.

2 commenti: