12 ottobre 2010

Due facce della stessa medaglia

Faccio un tuffo in una foto del passato e realizzo oggi, a distanza di tempo, che proteggere ed escludere sono, in alcuni casi, due lati della stessa medaglia... quella medaglia che ho tenuto tra le mani per poco tempo. Mi sono immaginata il lato a me oscuro per tanto tempo, ho immaginato dall'altro lato un volto di donna, delle lacrime, la liberazione di un macigno in cambio di uno più grosso. Mi è sempre balenata anche l'idea che ci fosse stato un tentativo di protezione. Era, ed è, l'ipotesi più accettabile, più delicata, quella che fa meno male al cuore, quella che ho saputo accettare nonostante tutto il male che ha provocato, nonostante la lacerazione forte che ho subito. Forse l'ipotesi più accettabile, quella che spesso contraddico, è proprio quella che mi permette di andare avanti, di stare meglio... la più reale.

Nessun commento:

Posta un commento