20 ottobre 2010

piccoli piaceri che non hanno prezzo

- doccia calda e restare in accappatoio sul divano a godersi il proprio calore...
- la piccola certezza che se voglio sapere del chitarrista blues con la chitarra a pois, so perfettamente a chi chiedere e riceverò la mia risposta
- il pensiero del mercoledì al corso di teatro
- riuscire a liberare i pensieri lunghi, perchè quelli corti mi stanno terribilmente stretti
- il tea nero miele e limone
- immaginare un vello di pecora come tappeto nel salotto
- ho scoperto che la distanza tra luna e marte non è mai la stessa

7 commenti:

  1. il vello di pecora è proprio trash e raccabricciante..ma che diavolo d'immaginazione c'hai!?

    RispondiElimina
  2. farmi la doccia e poi restare con l'accappatoio e farmi un tè caldo è anche uno dei miei piccoli piaceri

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. @pecora dolly:ehm, il tappeto/vello di pecora è su catalogo Ikea, non me lo sono sognato io... molto trash, ma quando l'ho visto non ho potuto fare a meno di ridere.
    http://www.ikea.com/it/it/catalog/products/83235110

    @gabry, tu si che te ne intendi

    RispondiElimina
  5. oddio...sono andata a vederlo anche io..non s'affronta, meglio quello di mucca!

    RispondiElimina
  6. quello di mucca costa 4 volte tanto!!!

    RispondiElimina
  7. spezzare il pane in segno di eucarestia, anche se sei ateo. Questo per me è un gran piacere. Dolce notte.
    Agart

    RispondiElimina