30 dicembre 2010

accorciamo le scadenze


Visto che quest'anno mi tengo sui grandi classici: natale e buoni propositi, superato il caro vecchio Natale, ci appropiquiamo all'inesorabile Anno Nuovo.
Ho pensato ai propositi dell'anno che verrà, alla fine sono i soliti (copio quelli di due anni fa per fare una verifica):

-perdere 5/6 kili (non ce la posso fare)

-acquisire un pò più di ragionevolezza (come sopra)
-cambiare operatore telefonico. FATTO
-acquistare la reflex alla quale ambisco da circa un paio di anni, non sarò mai fotografa ma a me...me piaceFATTO
-imparare a fare qualcosa di nuovo ISCRITTA AL CORSO DI TEATRO
-ridere di più e affliggermi meno, (mission impossible) MA POSSO DIRE DI AVERCELA FATTA
-vedere più spesso gli amici MI SONO TRASFERITA

BOTTE DI CULO ATTESE:

-trasferirmi a Firenze in qualche modoFATTO

- guadagnare di più - MA QUANDO MAI!!!!


Poichè i buoni propositi hanno tempische lunghe e indipendenti dalla nostra volonta (vedi alla voce DIMAGRIRE), metto giù 2 o 3 proposi per la prossima settimana di ferie, tanto per porsì qualche obiettivo:

- Leggere almeno i due libri che ho acquistato di recente, Ammanniti e Dario Fò.
- fare una maratona di tutti e tre gli episodi de "il signore degli anelli".
- Trovare un qualcosa di "artistico", anche non mio, da presentare alla super-cena di metà corso di Teatro.
- Acquistare un corpo macchina nuovo visto che ho venduto il mio e quello che dovevo comprare sta per svanire...

Per il momento non ho altro in mente, abbiamo da ospitare 10 persone e una micina per la serata di Capodanno, e questo assorbe gran parte delle mie energie.



16 dicembre 2010

Tutti pazzi per merry christmas


Non sono tra coloro che odiano il Natale a prescindere, esiste da secoli, è una cosa positiva, perchè fare sempre il Grinch della situazione!? Si dice: "dovrebbe essere natale tutti i giorni!", certo, in un mondo perfetto e noioso... A me basterebbe a che capitasse 2 o tre volte l'anno e sarebbe già sufficiente. Ho perso del tutto il suo significato religioso, per me il Natale è uno stato d'animo correlato alle circostanze di questo periodo dell'anno: il freddo gelido, le giornate sono più corte, ci si riunisce tutti insieme in casa per fare più calore, per sentire più "calore"... Diciamo una concezione un pò più pagana.
Ecco cosa si avvicina alla mia idea di natale: una tavola fitta di gente che si vuole bene, così che possano stare tutti appiccicati e scaldarsi l'un l'altro; imbandita, perchè il cibo mette gioia, stimola le sinapsi e dà tanto piacere. Nel mio personalissimo natale ideale ci vorrebbe la serenità di tutti (un miracolo), anche se intorno a me non ci fossero proprio tutti quelli che vorrei, l'importante sarebbe sapere che stanno tutti più o meno bene sereni e seduti ad altre tavole imbandite...
Ecco, niente natale ideale. Ma si cerca di vivere nella maniera più positiva, supero il momento nuotando tra decorazioni natalizie, alberello con gattina inclusa, regali da nascondere e da impacchettare, pranzi e cene con persone che per motivi vari, non tutte sento di volermele appiccicare ai gomiti. Traggo le mie gioie nonostante sul fondo sedimentano quelle malinconie e quei dispiaceri che ogni tanto si rimestano un pò.

9 dicembre 2010

Decorazioni di Natale

Visto che ci tengo tanto al mio albero di Natale, quest'anno posto anche io alcuni scatti della mia opera, potrebbe non durare a lungo. In teoria vorrei arricchirlo ancora un pochino, le palline di vetro non ho potuto metterle causa: Nina. Nina è la palla di pelo che da un mesetto condivide con noi il cesso, la cucina e il divano. Il letto è off- limits.

Dicevo, non credo che durerà a lungo, le immagini parlano da sole...















2 dicembre 2010

Smile



Ieri avrei potuto scrivere di un mercoledì di ordinaria follia, mentre oggi riscopro la serenità data da piccoli avvenimenti che mi fanno sorridere e ricordare. Ripenso alle sghignazzate di ieri sera durante la lezione di teatro, quelle sane risate in cui si ride del nulla. Ero sobria.
I miagolii di Nina che mi sveglia perchè ha fame; è ancora troppo piccina, più che miagolare gorgheggia versettini buffi e sguardi altrettanto buffi da quegli occhioni gialli e tondi da civetta.
Ero partita da casa alle 11.00 per recarmi a lavoro e non avevo neppure trovato troppo traffico... a Firenze. Alla radio Linus annunciava le prime 15 canzoni rock più famose pubblicate dal rollig stones. Al primo posto annunciava e lanciava Bob Dylan :like a Rolling Stones. Dopo giorni e giorni di pioggia oggi c'era il sole, ho alzato il volume dell'autoradio e ho riempito la macchina di note, ho cantanto ed ho pensato a chi mi ha avvicinato a Bob Dylan e ho sorriso.

1 dicembre 2010

MBOH...

non mi viene da scrivere niente, ho voglia di scrivere, ma poi cancello tutto.