28 luglio 2011

convenevoli #2

I saluti, l'accertamento sullo stato di salute che, vuole la cortesia nei rapporti meno confidenziali, sia sempre un: "bene grazie". Dopodicchè si parla del meteo, piove in questi giorno, fa caldo, le zanzare, fa freddo. Constatazioni del tutto insensate e ovviamente condivise, che ci vengono da fare in questi incontri casuali o nelle telefonate "giusto per sentirsi". Quelle conversazioni banali e noiose che non reggo e che in determinati contesti, quali il blog, fb, delle volte la chat, proprio non sopporto.
Dice il saggio: " Se non sai cosa dire, meglio tacere"
.

21 luglio 2011

Tema

Accade in questi giorni che tutti gli ex bolggers di Radio Deejay si raccolgano a mano a mano in un gruppo virtuale, ovviamente, attinti dalla mega rubrica modiale che è Facebook. 
L'entusiamo iniziale mi va via via scemando quando ripenso a tutto quello che ha comportato questo blog per me. Troppi ricordi belli e brutti smuovono in me stati d'animo che non ero pronta a riaffrontare. Ci sono cose, ricordi, che chiudi in un cassetto, se sono chiusi lì è perchè ci vuole un certo stato d'animo e predisposizione per riaffrontarli. Anche i più piacevoli, se fossi giù, mi lascerebbero la malinconia...  
Il blog è un baule di ricordi fortissimi, un conto e leggerli o raccontarli ad estranei, un altro è risfiorarli con chi li ha vissuti insieme a te.
Mai avrei creduto che su questo foglio telematico non solo avrei riportato pezzi della mia vita, ma che esso stesso si intrecciasse agli eventi salienti degli ultimi anni attraverso le persone che avevano la voglia di dedicare qualche minuto alla lettura. Il bello del blog credo che stia proprio nel sapere che qualcuno legge, un pochino per esibizionismo forse, ma anche per ricerca di appoggio, comprensione, condivisione da chi e con chi non ti conosce e non ha preconcetti di te... Nel mio caso poi, mi ha permesso di vedere quei piccoli crucci quotidiani con gli occhi di chi è al di fuori. Per me in certi casi è stata una terapia: le disavventure accadono a tutti, ma non ho mai amato leggere i lamenti e i piagnistei, meglio saper ridere delle banalità quotidiane (quando si tratta di banalità, chiaramente), poi mano a mano si prova affetto e si segue le vicende di estranei in tutte le loro sfaccettature. Leggermi da fuori mi ha aiutato tanto a mettere tutto sotto un'altra luce, sotto un'altro sguardo.  
Mi ha stupito suscitare interesse in qualcuno tanto da ritrovarlo vicino in momenti difficili, tanto da cercare conforto nella sua voce.Tra i blogger ci sono persone con le quali ho viaggiato in macchina un pò all'avventura, c'è chi mi ha ospitato nel proprio letto, chi mi ha abbracciato e raccolto le mie lacrime, chi mi ha portato in discoteca e in giro per negozi, c'è chi mi ha fatto ridere o consolato al telefono e di persona non l'ho visto mai, c'è chi ho amato profondamente, chi ho incontrato in occasioni impensabili, chi mi ha fatto soffrire, chi ha condiviso con me eventi importanti della propria vita anche solo attraverso un sms. Il blog ha tracciato il mio percorso e l'ha compiuto con me, anche il fatto che io viva a Firenze da un anno e mezzo implica lo zampino del blog. Ovviamente non è il fulcro della mia vita, ma certamente è tra i cardini importanti dei miei ultimi anni di crescita.
Tutto è un passaggio...
Quando sottolineo che Fb non è il blog intendo questo, nessun social network fatto di frasette sciolte contribuirà nella mia vita o conterrà di me stessa così tanto come su queste pagine. Ma tutto è soggettivo, anche l'utilizzo stesso del blog, ed è il suo bello. La libertà di farne ciò che vuoi. Non so cosa mi porterà ancora, anche attraverso il connubio feisbucchiano, ma attendo fiduciosa...

19 luglio 2011

appunto



Someone told me long ago There's a calm before the storm,
I know; It's been coming for some time.
When it's over, so they say, It'll rain a sunny day

La calma che precede la tempesta, una tempesta che turba il mio stato di barca a vela placida. La crisi, la mancanza di denaro e il matrimonio in Egitto!Contentissima per gli sposi, auguro loro tutta la felicità del mondo, ma questo sara una piaga per il mio conto in banca già risicato dal passaggio delle cavallette... E non basta che rinunci alle vacanze, mi tocca cercare un secondo lavoro, mi tocca remare...

15 luglio 2011

Tira vento

Finalmente, dopo giorni di calura fiorentina, afosa, appiccicosa, insostenibile  e che schiaccia a terra, questa mattina tira un pò di vento. Quando si parla delle condizioni metereologiche si sa, non s'ha molto altro da dire. Esattamente come me che non ho molto altro da dire, non ho crucci da sfogare picchiettando sulla tastiera, nè emozioni forti da liberare. Sono placida come una barchetta a vela che ondeggia mollemente sospinta dalla brezza. Una brezza che non mi porta grandi aspettative, nè piccine, non mi fa temere tempi peggiori... soffia e io mi lascio trasportare godendomi il paesaggio fatto d'estate e profumo di albicocche mature, macedonie di pesche, acqua&menta. gocciole di sudore che colano lungo la schiena, zanzare che continuano a massacrarmi, i consueti appuntamenti della festa medievale di Monteriggioni e la Magia di Mercantia a Certaldo di domani sera, aperitivi all'aperto, gelati e ghiaccioli, un nuovo appuntamento che spero si ripeterà alla  "Loggia del porcellino", dove il mercolèdì sera si può godere di un bel mojito e fare 2 gustose risate con gli attori di improvvisazione tatrale che si esibiscono... 
Non c'è necessità di remare, non ne avrei neppure la voglia a dire il vero.! Tanto, vado col vento....

8 luglio 2011

L'estate di Firenze regala

... una serata d'estate e una birretta fresca presa dal pachistano dietro l'angolo per la modica cifra di €1.80, bevuta sotto la Loggia dei Lanzi in ammirazione di Piazza della Signoria e fare 2 risate con gli amici per tirar tardi.
... uscire in qualunque giorno della settimana e trovare Sant'Ambrogio piena di gente ggiovane.
...un monte di zanzare in casa nonostante le zanzariere, il trucco è, non grattarsi e patire, altrimenti niente minigonna.
...54 energumeni che si pestano per una palla (e non solo) rievocando tradizioni antiche sotto la chiesa di Santa Croce
... Nottarno. Notte bianca nei miei quartieri preferiti: San frediano e Santo Spirito, sono i quartieri dell'oltrarno la zona più "popolare" di Firenze.Le piazze gremite di gente che balla, io che ballo in Piazza del Carmine fino alle 3 di notte.
...una cena e un bicchiere della staffa di liquore al caffè
... ingozzarmi di sushi fatto in casa


i cambiamenti spesso fanno rimpiangere ciò che si perde perchè temiamo ciò che potrebbe arrivare, ma più di tutto si teme che non arrivi nulla. Sto imparando a camminare guardando un pò meno spesso indietro, c'è solo un ricordo che mi bussa spesso alle spalle tra le cose che ho lasciato, la notte stellata, il lago d'estate...

5 luglio 2011

F.O.C. Fittonate Ossessive Compulsive.

Accade spesso che dia inizio a cose semplici come un puzzle, un libro, un videogioco, una serie televisiva in streaming... Capita anche che queste cose debbano necessariamente giungere ad una coclusione che dipende dalla mia assiduità, intezione e impegno. Ma leggere un libro no? faccio anche quello!e anche quello delle volte diventa notte insonne risucchiata dal susseguirsi delle pagine. Ecco, in queste stupidaggini la dedizione che di dovrebbe a questioni più importanti, diventa fittonata, mania necessità assoluta di concludere. Non ci dormo la notte, ci penso durante il giorno, me li sogno...Ricordo bene che per un puzzle mi ero alzata allle 3 del mattino per andare avanti, un'altra volta seguivo col PC uno dei pochi videogiochi della mia vita, Wolfenstein, a parte il fatto che è una cagata pazzesca, uno sparatutto ambientato ai tempi dei nazisti che facevano sperimentazioni sui morti, (io che faccio gli sparatutto???) ma avevo addirittura gli incubi la notte!
Ora siamo all'inseguimento dei telefilm; continuano nella mia mente con ragionamenti che somigliano a questo: "secondo me alla fine B. si fidanzerà con quello ricco con la puzza sotto il naso, secondo me i ruoli inizieranno a mutare" -"e poi a me i cattivi che i in fondo fondo fondo sono buoni, mi fanno simpatia..." 
L'estate scorsa, durante la quale la mia vita sociale era un pochino "sottotono", mi sono ciupata tutte le 7 stagioni di Grey's Anathomy da 20 episodi ciascuna, con la conseguenza di guardarmi la nuova serie sottotitolata perchè in Italia era in ritardo. Idem per lo spin-off Private Practise :4 serie inclusa quella sottotitolata. Quest'inverno, rallentando di molto i ritmi, ho iniziato Vampire Diaries, siamo solo alla seconda serie sottotitolata...

Il trip per i melodrammi adolescenziali è ripreso con gossip girl, ricchi adolescenti stragriffati e fichissimi. Vita dura per noi poveri!
Da grande seguirò Beautiful e Tempesta d'amore... è un tunnel che si arreda non se ne esce!

*dal dizionario fiorentino - FITTONATA: Mania, fissazione.