20 ottobre 2011

blu

Mentre facevo la doccia, questa sera, ho alzato la temperatura dell'acqua, si è fatta bollente sul mio corpo. Ho iniziato a sognare, ho immaginato che avrei potuto liquefarmi, sciogliermi in una pozzanghera e scivolare giù per il tubo di scarico. Laggiù, in un mondo capovolto, cadendo in un mare caraibico, le poche gocce che non si sono disperse di me si raccolgono fino a diventare un pesce. Un pesce palla, ovviamente, in un acqua calda e trasparente. Il mare è deserto, sono un palla solitario, ciò che cattura la mia attenzione è qualcosa sopra la superficie dell'acqua: una barca a vela galleggia mollemente, se ne sta lì, ferma. Forse attende un vento più forte, forse vorrebbe una vita sempre in balia del vento per sperimentare la sua abilità nel non affondare mai, o forse chi è al timone aspetta una buona stella per poter salpare per un lungo viaggio oppure..... un bip del telefono interrompe il sogno ed esco dalla doccia.

6 commenti:

  1. Che bella questa frase: "o forse chi è al timone aspetta una buona stella per poter salpare per un lungo viaggio". Ho messo il flag su "interessante".. adesso che succede? ;)

    RispondiElimina
  2. succede che entro 7 giorni morirai.;) è una citazione, non un augurio

    RispondiElimina
  3. Allora dovrò vivermeli intensamente!

    RispondiElimina
  4. Io stavo per liquefarmi nel wc... Non e' troppo romantico... Colpa del mio sim
    Gigia

    RispondiElimina
  5. ummamma che impressione scivolare nel tubo di scarico...sai che io a volte non riesco a fare il bagno nella vasca perchè mi fa impressione lo scarico anche se è chiuso???

    RispondiElimina