22 giugno 2012

F5

Ieri sera con una vecchia conoscenza realizzavo che sono passati circa 9 anni dal nostro primo incontro, che ora ha una bella bimba di 6 anni e mezzo e da qui ho spalancato gli occhi! 6 e mezzo!? la prima rassegnata conclusione è: "Ari, il tempo passa velocemente...", è vero!
Mi è stato chiesto se mi sento maturata da allora, per i canoni comuni di maturazione forse ero più matura a 20 anni, per le mie elucubrazioni mentali sono giunta all'idea che la mia maturazione stia nella consapevolezza che ho accumulato un bagaglio di esperienze che forse non mi serviranno a niente ma che mi hanno arricchita. Non è nell'indole umana imparare da i propri errori perchè mai io dovrei ritenermi più speciale, forse ne prevedo più facilmente le conseguenze, ma spesso non aiuta. L'altra consapevolezza è quella di non avere sempre atteggiamenti da persona matura, lo so e a me sta benissimo così!


9 giugno 2012

Chi è normale non ha molta fantasia. Edoardo Bennato

Si conclude un'altra meravigliosa avventura con il saggio di improvvisazione teatrale! solo per la pausa estiva... claro. C'è poco da dire questo Video realizzato da Fabio raccoglie insieme alle mie lacrime tutti i momenti salienti degli ultimi 9 mesi, inclusa la mia plateale caduta che mi ha portato al 5°metatarso fratturato. Ariannetor! Non mi avrebbe fermato nessuno ho matchato col piede rotto e abbiamo anche vinto, più di così!




4 giugno 2012

L'isola che non c'è

Tre giorni di stage di improvvisazione, e chi se li scorda!! vissuti tutti intensamente talmente tanto che mi sono concessa in 60 ore giusto 4 ore di sonno in tutto. Le aspettative non sono state deluse, il posto era delizioso, con tanto di piscina per fare un bagnetto e prendere il sole, poi festa e musica fino alle 6 del mattino!!! L'aria di mare ci ha tenuto compagnia tutto il tempo. Sentendo alcuni amici al telefono che fanno teatro con me, l'unica cosa che mi veniva da dire era: provate a improvvisare. La fantasia si spinge ai massimi livelli e puoi diventare un leone, una porta, un dittatore, un servo, una regina, un marziano, un transessuale, un gatto, dei carboni ardenti... tutto è estremamente importante per realizzare e far "vedere"quello che non c'è, non serve scenografia, non servono costumi, basta il corpo e la fantasia (e qualche regolina per farlo bene insieme, meglio se infranta).
Mercoledì tocca a noi per davvero, mercoledì si Mecciaaaaaaaaaaaaa!