26 luglio 2012

ormai

giunge sempre il momento degli ormai.
Ormai non mi telefoni più, ormai non mi pensi più, ormai sto per andare via, ormai sei parte di me....ormai è troppo tardi.

Ora mài. 
Ormai è l'inevitabile, il destino.
Ormai è la rassegnazione che nasconde la speranza di qualcosa di diverso.
Ormai è un tormentone che getto in faccia a chi non può fare più niente. 
Ormai è un mai in divenire. 
Ormai è un sempre in divenire.
Ormai è il sollievo di chi giunge alla fine, vada come vada.





4 commenti:

  1. ma quanto è brutta questa parola? ormai.... bruttissima...

    RispondiElimina
  2. non sempre...ma spesso, sì
    io la uso spesso.

    RispondiElimina